Raggi che faccia tosta, Rampelli: “Ti accorgi dei rifiuti tossici dopo 5 anni. Sei complice del Pd”

martedì 14 Settembre 20:08 - di Federica Argento
Raggi Rampelli

La faccia tosta di Virginia Raggi nonè tollerabile  e Fabio Rampelli gliele suona. Ogni giorno “scopre” un’emergenza e si fa bella sui social, non pensando alla figura barbina di arrivare dopo 5 anni di amministrazione, fuori tempo massimo. Oggi scopre il business dei rifiuti tossici e vanta sui social di avere dato il via a un blitz. Il vicepresidente della Camera di FdI la fa nera. “Alla vigilia delle elezioni #AliceRaggi si è accorta finalmente dello scandaloso traffico dei rifiuti illeciti che si trasformano in roghi tossici. Per anni hanno avvelenato l’aria e reso la vita impossibile ai residenti”.

Rampelli asfalta la Raggi

Rampelli stana la Raggi e le chiede dove fosse in questi anni in cui FdI sul tema ha cercato di fare di tutto e di più. “Abbiamo fatto question time alla Camera, presentato mozioni e ordini del giorno; fatto esposti alla magistratura, siamo andati da prefetti e questori; abbiamo portato la commissione Periferie, oggi non più esistente a causa dell’ostruzionismo dei 5stelle, proprio nei siti dove questi rifiuti venivano bruciati sotto l’occhio impotenti dei vigili. Abbiamo messo la sindaca Raggi alle strette nel corso delle audizioni svolte alla Camera– ricorda Rampelli- . Da parte sua nessuna collaborazione e cooperazione con chi si dimostrava disponibile a risolvere subito la soluzione”.

Rampelli alla Raggi: “Dov’eri in questi 5 anni?”

E’ una dura e puntuale requisitoria quella di Rampelli. Ricorda che FdI “chiedeva per esempio l’esercito da impegnare in operazioni di vigilanza; l’installazione di videosorveglianza, l’inasprimento degli ecoreati. Questo sistema incancrenito dall’insensibilità politica e istituzionale a tutti i livelli, dal ministero dell’Interno al Comune di Roma, ha precise responsabilità: Pd e Movimento 5 stelle la cui alleanza al livello governativo non ha prodotto alcun risultato positivo su Roma Capitale. Raggi complice, Pd correo“. La Raggi  colta in castagna. Neanche un po’ di rossore quando dai social si pavoneggia: “Questa mattina abbiamo dato un altro duro colpo alla criminalità organizzata e a chi avvelena i nostri territori. Con uno schieramento di oltre 80 uomini del Nucleo Ambiente e Decoro è partita una maxi-operazione che ha messo in ginocchio il business criminale del trasporto e smaltimento illecito di rifiuti”. Già , dopo cinque anni che abbiamo respirato veleni. Indecorosa.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *