Pfizer e Moderna aumentano il prezzo dei vaccini alla Ue. L’Italia taglia il traguardo del 60% di vaccinati

domenica 1 Agosto 16:35 - di Redazione

Pfizer e Moderna hanno aumentato il prezzo dei loro vaccini negli ultimi contratti di fornitura all’Unione europea. Secondo quanto riporta il Financial Times, Pfizer ha aumentato il prezzo del proprio vaccino di oltre il 25% e Moderna di oltre il 10%. I termini degli accordi, per un totale di oltre 2,1 miliardi di dosi fino al 2023, sono stati rinegoziati. E ciò dopo che i dati degli studi di Fase 3 hanno evidenziato che i vaccini a mRNA delle due case farmaceutiche hanno una maggiore efficacia rispetto ai vaccini più economici sviluppati da Oxford-AstraZeneca e Johnson&Johnson.

Una dose Pfizer cosa ora 19,50 euro. Una di Moderna 22,50 euro

Il nuovo costo per una dose di Pfizer è ora di 19,50 euro, rispetto ai precedenti 15,50 euro.  Per quanto riguarda il vaccino Moderna, il nuovo prezzo per una dose è ora di 22,50 euro, mentre in precedenza era di circa 19 euro. Si tratta di un prezzo più basso rispetto ai 28,50 dollari che inizialmente la Ue aveva concordato con Moderna. Che è poi cambiato per l’aumento del quantitativo ordinato.

La trattativa dell’Ue con le case che producono vaccini Rna messaggero

Lo scorso aprile Ursula von der Leyen aveva annunciato “una trattativa con Biontech-Pfizer per un terzo contratto” di fornitura dei vaccini che “prevede la consegna di 1,8 miliardi di dosi nel periodo dal 2021 al 2023”. Aveva inoltre spiegato l’intenzione dell’Ue di focalizzarsi su vaccini a mRNA per combattere la pandemia di Covid-19.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi