La giornalista Rai Goracci aggredita in Romania dalla senatrice no vax: «Sequestrata e picchiata» (video)

martedì 14 Dicembre 11:40 - di Agnese Russo
giornalista rai

Prima sequestrati, poi aggrediti e perfino accusati di aver rubato. È successo alla giornalista Rai Lucia Goracci e alla sua troupe in Romania, dove erano andati per un servizio sulla situazione nel Paese «penultimo per somministrazione dei vaccini» anti Covid. Nell’ambito del reportage, Goracci e la troupe hanno raggiunto nel suo studio anche la senatrice no vax Diana Șoșoacă ed è stata proprio quest’ultima a rendersi protagonista di quei comportamenti impensabili, tanto più perché messi in atto da una parlamentare.

L’«incredibile» reazione della senatrice all’intervista

Le domande di Goracci, cronista rigorosa e inviata di grande esperienza, hanno immediatamente innervosito la senatrice, indisponibile ad ammettere anche solo l’esistenza della pandemia. «Quale pandemia? Zero virgola persone morte? Saranno tutti giudicati, sarà una Norimberga 2», ha replicato alle domande la parlamentare che, come racconta Goracci nel servizio andato in onda al Tg1, «prima mi mette alla porta, poi l’incredibile: con un balzo, la senatrice della Repubblica Diana Șoșoacă ci si para davanti e ci chiude dentro». «Poi, riprendendoci, chiama la polizia» alla quale dice che delle persone «hanno fatto irruzione nel mio ufficio e mi stanno minacciando».

La giornalista Rai: «Picchiata dal marito della senatrice»

«Riesco a uscire, alla polizia racconto l’accaduto. Torno con gli agenti dai miei colleghi chiusi dentro già da un pezzo, ma un altro shock: i criminali sembriamo diventati noi, così il marito di lei mi prende a pugni», racconta ancora la giornalista nel servizio andato al Tg1, in cui si vede che, alle rimostranze della giornalista agli agenti, la senatrice ordina alla polizia di perquisire la troupe, che accusa anche di aver rubato, e di cancellare tutte le immagini. Perquisiti, cronista e operatori saranno liberi solo 8 ore più tardi grazie all’intervento dell’ambasciata italiana.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *