Red Ronnie si rifiuta di esibire il green pass. Il direttore del Museo di Messina chiama la polizia (video)

mercoledì 22 Settembre 11:31 - di Federica Argento
Red Ronnie

Red Ronnie, il popolare conduttore, a valanga contro il green pass. Lui ne è fornito, ma contesta il principio, pertanto il Museo di Messina dove si era recato pr vedere i Caravaggio, gli ha vietato l’ingresso. La vicenda è stata raccontata sui social dallo stesso Red Ronnie, all’anagrafe Gabriele Ansaloni: “Non ci hanno fatto entrare al Museo di Messina – ha scritto – Fabio Di Bella (un suo amico messinese, ) voleva portarmi a vedere i due quadri di Caravaggio. All’ingresso ci hanno chiesto di esibire il Pass-Verde. Io ce l’avevo, perché ho fatto il tampone il giorno prima per prendere l’aereo, ma non intendevo mostrarlo”. Trasferta messinese movimentata per il popolare critico musicale.

Red Ronnie: perché non voglio esibire il green pass

Ha le sue motivazioni contro il green pass e le sue contraddizioni. Le  espone in maniera molto sobria. Non lo ha voluto mostrarlo “perché la Costituzione ritiene lo stato di salute di un cittadino un dato sensibile protetto dalla privacy. Ho detto anche – ha spiegato-che avrei firmato una dichiarazione dove asserivo di avere lo “Skif-Pass”, ma non avrei accettato la scannerizzazione. Impedire di godere della cultura è un obiettivo primario di questo regime. È un sopruso chiedere il “Green-Pass”. Il direttore non mi ha voluto ricevere, ma noi resistiamo”.

Il direttore del Museo di Messina ha chiamato la Polizia

La replica del direttore del Museo Orazio Micali è stata piuttosto scomposta: “Siamo un servizio pubblico, rispettiamo le norme, le applichiamo e le facciamo rispettare a chiunque. Che si chiami Red Ronnie o meno. Con rammarico mi trovo a commentare un’azione che ritengo premeditata – ha poi insinuato-  e con finalità tutt’altro che onorevoli. Il signor Ronnie si è avvicinato alla biglietteria senza mascherina, rifiutandosi di metterla, così come gran parte dei suoi accompagnatori. E poi si è rifiutato di esibire il Green Pass”. Il direttore del museo ha quindi  chiesto l’intervento della polizia, “che ha subito acquisito tutte le nostre dichiarazioni”. “I delinquenti siamo noi, ora”, ha commentato amaro Red Ronnie. In altri musei prestigiosi, come il Prado, non c’è l’obbligo di Green pass per accedere. Così come in altre prestigiose istituzioni. Del resto il gree pass obbligatorio c’è solo in Italia e in Francia. E diversi direttori di Musei hanno minacciato di dimettersi o chiudere la struttura.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *