“Non c’è Greta che tenga, solo chiacchiere”: fuori onda di Cingolani in ginocchio dall’attivista (video)

mercoledì 29 Settembre 11:56 - di Angelica Orlandi
Greta Cingolani

Il ministro Cingolani deve avere avuto un’ansia da prestazione prima di incontrare Greta Thumberg in occasione della conferenza sul clima della Youth4Climate a Milano. Erano tutti in ginocchio, lui compreso, davanti la piccola svedese che prendeva a schiaffi i politici e il loro  “bla bla bla”. Lo conferma il video imbarazzante che sta facendo il giro del web: un fuori onda diffuso dall’Ansa in cui si può ascoltare Roberto Cingolani che si “autopromuove” per la sua posizione ribadita durante l’incontro.

Cingolani al collaboratore: “Come sono andato?”

Il ministro della Transizione ecologica – si apprenda dal video – cerca di capire da un suo collaboratore, come uno scolaretto, come sia andato il faccia a faccia con Greta. Non male per essere uno dei “Migliori” del governo Draghi. Ma è lui a parlare: “In fondo, al di là delle chiacchiere, abbiamo detto tutti la stessa cosa, no?“. Una versione che il collaboratore si affretta ad avallare: “No no, ma infatti”.

Greta, fuori onda di Cingolani: “I Carbon offset non c’entreano un c…”

Cingolani evidentemente  temeva Greta. Precedentemente aveva fatto il giro del web la foto di lui infinocchiato da Greta a parlar fitto in un stanzetta prima dell’incontro. Una brutta scena: da venerdì arriva la stangata su luce e gas mentre il ministro Cingolani si inginocchia anzichè trovare soluzioni al caro bollette.

Il ministro si autopromuove

Le sue parole al termine dimostrate dal video esprimono sollievo e critica. “Io alla fine ho cambiato completamente tutto quello che avevo scritto. I Carbon offset (sistema di compensazione delle emissioni C02, ndr) non c’entrano un ca***”. A quel punto il collaboratore dà manforte al ministro. E accusa Greta di essere stata poco concreta. I bla bla bla sono i suoi. “Neanche una risposta sul fatto di dire, facciamo proposte. Cioè una proposta?”.  Cingolani si sente sollevato:  “Ognuno ha il suo linguaggio, no?”. Poi ride, e si lascia andare a una battuta: “Non c’è Greta che tenga”. Cingolani, nel suo discorso di apertura  aveva lanciato una  stoccata: “Spero che oltre a protestare, cosa che è estremamente utile, ci aiuterete a identificare nuove soluzioni visionarie: è questo quello che ci aspettiamo da voi“.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *