Roma, non solo focolai legati alle partite degli Europei. Lo Spallanzani scova la variante gamma

domenica 18 Luglio 11:24 - di Redazione
variante gamma

A Roma è caccia al virus dopo le notti magiche degli Europei. C’è il maxifocolaio del Casaletto,  dove in 91 si sono contagiati frequentando le serate organizzate in occasione delle partite. Ma ce n’è un altro anche a Ostia, dove in un locale del lungomare i ragazzi contagiati sono stati 21. Su tutti sono in corso gli accertamenti per stabilire se siano positivi anche alla variante del virus.

Lo Spallanzani ha isolato la variante gamma a Roma

Ma non è l’unica novità che riguarda la Capitale e il Lazio dove indice Rt e l’incidenza sono in incremento, rispettivamente a 0,81 e 16,9 su 100mila abitanti. E il Messaggero dà notizia oggi che l’istituto Spallanzani ha scoperto che sarebbero già diversi i casi da contagio di variante Gamma.

“Con una nota inoltrata lo scorso quattro luglio dal Ministero della Salute a tutte le regioni italiane – scrive il quotidiano romano – chiamate a eseguire appunto i test, è emerso che nel Lazio la percentuale della Gamma era già al 39%, contro il 37% della Delta.”

La variante brasiliana nel centro di Roma

Nel Lazio è più alta la concentrazione della variante brasiliana che, dai primi studi, ha un potenziale maggiore di trasmissibilità e un possibile rischio di reinfezione. Difficili le indagini di tracciamento, ma la diffusione sarebbe concentrata nel centro della città di Roma. Una trasmissione dell’infezione, facilitata dall’abbassamento delle misure sanitarie come il divieto abolito delle mascherine all’esterno”.

“Sappiamo ancora molto poco della variante brasiliana” spiega Antonio Magi, presidente dell’ordine dei Medici del Lazio. “Dalle informazioni che disponiamo al momento, sarebbe un’infezione con sintomi molto vicini a quelli del Coronavirus. Per il resto, non ci resta che aspettare per capire in che direzione stiamo andando con le varianti. Non siamo sorpresi che si siano affacciate – precisa – sapevamo che sarebbe accaduto. Ma dobbiamo capire che tipo di evoluzione ci sarà“.

Nel Lazio i vaccinati con doppia dose sono 2,7 milioni

L’assessore alla Sanità Alessio D’Amato ha fatto intanto il punto sulla campagna vaccinale: “Nel Lazio è stata superata quota 2,7 milioni di seconde dosi di vaccino anti-Covid pari al 57% della popolazione adulta”.  I casi salgono, ha aggiunto l’assessore, “ma rimane bassa la pressione sugli ospedali”. A Roma i nuovi casi sabato erano già oltre 300 e ci si attende un incremento ulteriore.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *