Un’altra tragedia al Mottarone, un infarto stronca un cameramen. Inizia il risveglio del piccolo Eithan

martedì 25 Maggio 13:49 - di Redazione
Mottarone

Un’altra tragedia al Mottarone. Un cameraman che a piedi si era avventurato sui sentieri che portano sul luogo dove è precipitata la cabina della funivia è stato stroncato da un malore. Secondo quanto riportano le prime notizie, è stato colpito probabilmente un infarto: i soccorsi sono stati immediati. Inutili le manovre di rianimazione cardiopolmonare tentate sul posto dal personale del soccorso alpino della Guardia di Finanza. Per l’uomo, un operatore di un service che lavora per Mediaset, un 52enne di Sesto San Giovanni, non c’è stato nulla da fare.

Mottarone, inizia il risveglio del piccolo Eitan

Oggi medici hanno iniziato a risvegliare il piccolo Eithan bambino ricoverato sotto sedazione a Torino, unico sopravvissuto alla tragedia. «Il bambino ha passato una notte tranquilla, è sempre stabile e questo ha portato l’equipe medica a iniziare già questa mattina l’iter per il risveglio con la riduzione progressiva dei dosaggi dei farmaci che lo stanno tenendo in coma farmacologico». Così il direttore generale della Città della Salute, Giovanni La Valle, a proposito delle condizioni del bimbo sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, che ha provocato 14 morti, e da domenica ricoverato al Regina Margherita di Torino.

«Ora serve un po’ di tempo per dare ai clinici e al bambino qualche di risposta», ha aggiunto La Valle sottolineando che oltre all’aspetto clinico c’è da considerare anche il supporto psicologico che il bambino dovrà avere sia al risveglio che sia nel post risveglio. «La nostra équipe di psicologici del Regina Margherita si sono preparati ieri e questa mattina e affiancheranno l’equipe anestesiologica quando il bambino si risveglierà e successivamente prenderanno in carico sia il bambino sia la famiglia».

«I parenti sono in struttura»

E poi ancora. «In questo momento con il bambino non c’è nessuno  – ha poi detto ancora La Valle – i parenti sono in struttura e saranno coinvolti nel momento del risveglio».

Il messaggio del Papa

Il Papa, in un telegramma, dà voce al “grande dolore” per la notizia del “drammatico incidente avvenuto presso la funivia Stresa-Mottarone”. Esprime ai famigliari delle quattordici vittime “vicinanza e sentito cordoglio” e “trepidazione” per la vicenda delicata del piccolo Eithan, unico sopravvissuto alla tragedia.

«Pensando con commozione a tante vite tragicamente spezzate mentre erano immerse nella meraviglia del creato», Bergoglio assicura «la preghiera per quanti sono scomparsi, per chi li piange e per il piccolo Eithan la cui delicata vicenda segue con trepidazione». Papa Francesco «partecipa in modo particolare all’afflizione della comunità locale e della diocesi di Novara e si stringe all’amato popolo italiano sgomento per la grave tragedia».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *