È morto Gianfranco De Laurentiis, giornalista Rai che ha infuso eleganza e garbo a sport e tifoseria

mercoledì 14 Ottobre 12:02 - di Prisca Righetti
E' morto Gianfranco De Laurentiis foto dalla sua pagina Facebook

È morto Gianfranco De Laurentiis. Il mondo del giornalismo sportivo dice addio allo storico volto della Rai, entrato per decenni nelle case degli italiani appassionati di calcio e non solo. Il giornalista si è spento nella notte a Roma. Aveva 81 anni. Lascia la moglie Mirella e i figli Roberto e Paolo.

È morto Gianfranco De Laurentiis

Figura elegante, conduzione sempre garbata, aplomb inimitabile, Gianfranco de Laurentiis ha contribuito ad accreditare in tv uno stile pacato e un modo equilibrato di dibattere di calcio e di sport in generale in diretta video. Ben lontano dalle diatribe da bar e dai toni esasperati di un altro modo di intendere tifo e tifoserie, il giornalista ha legato il suo nome al successo di molti programmi sportivi targati Rai. Non a caso, il primo commento di cordoglio apparso sulla sua pagina Facebook recita: «Un numero 1. Serio, umano, preparato. Mai una parola fuori posto»…

Una vita dedicata allo sport

La sua carriera, iniziata al Corriere della Sera, decolla con l’arrivo in Rai nel 1972, in cui rimane per trent’anni. È stato il direttore della testata giornalistica sportiva Tgs dal 1993 al 1994. Si è occupato in particolare anche di calcio, con Diretta Sport, Dribbling, Domenica sprint. Senza escludere un altro cavallo di battaglia di appassionati e cultori: la Formula Uno, a cui ha dedicato la conduzione del programma Pole Position. L’ultimo saluto a Gianfranco De Laurentiis si svolgerà in forma strettamente privata.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica