FdI abbraccia il movimento nazionale. «La risposta all’appello di Giorgia: casa comune a destra»

sabato 7 dicembre 18:18 - di Redazione
FdI

Il Movimento nazionale per la sovranità ratifica la propria confluenza nelle file dei conservatori e sovranisti del partito guidato da Giorgia Meloni. Lo ha fatto nel corso dell’assemblea nazionale che si è svolta a Roma. Sei ore di lungo dibattito che hanno visto in totale 55 interventi. Alla fine dei lavori è stato approvato un odg con l’unanimità meno un’astensione. I lavori sono stati introdotti dal presidente Roberto Menia e dal segretario, Marco Cerreto. Entrambi hanno illustrato il percorso che sfociato nella confluenza in FdI.

FdI, il percorso del Movimento

Percorso che è partito dalla candidatura di tre dirigenti del Movimento nelle liste di Fratelli d’Italia alle europee. Un primo passo, a cui hanno fatto seguito altre iniziative. Successivamente si è svolta la conferenza stampa con Giorgia Meloni che ha ratificato il patto federativo tra il Movimento e FdI. Il penultimo passo è avvenuto quando tutti i gruppi che si erano avvicinati a FdI avevano aderito al partito raccogliendo più dell’80% di An in FdI. A quel punto è cominciata una trattativa per passare dal patto federativo alla confluenza. Il tutto con la cooptazione dei dirigenti del Movimento negli organi centrali di Fratelli d’Italia. Questo accordo è stato ratificato dall’esecutivo oggi. Con un documento finale sono stati sciolti  gli organi del Movimento nazionale.  Ed è stato istituito un comitato di gestione presieduto dall’avvocato Livio Proietti e da Giorgio Ciardi. Il comitato ha il compito di completare gli adempimenti formali.

L’assemblea del Movimento per la sovranità

«Non potevamo non rispondere positivamente all’appello di Giorgia Meloni di riunire in un’unica grande casa tutta la destra italiana», ha detto Menia. E Cerreto ha aggiunto: «Da quando FdI ha inserito il termine sovranisti nel suo simbolo l’obiettivo politico del nostro movimento può considerarsi ampiamente recepito in questa nuova fase di FdI».

Nel corso del dibattito è intervenuto anche Gianni Alemanno che  da marzo scorso si era dimesso da tutte le cariche del Movimento. «Abbiamo scritto  il libro Sovranismo. Le radici e il progetto per raccogliere  in un unico testo quello che è il messaggio politico del nostro Movimento. Offrendo a tutti quello che oggi è forse il libro più completo sul sovranismo uscito in Italia».

«FdI – ha detto Antonio Tisci, segretario regionale della Basilicata del Movimento – è sempre più il partito che incarna gli ideali identitari e del sovranismo in Italia. Dando continuità alla storia della destra italiana che sempre ha messo la difesa della indipendenza nazionale al centro della propria azione».

Soddisfatto Francesco Lollobrigida, capogruppo alla Camera di FdI. «Ho partecipato  alla conferenza del Movimento – ha poi raccontato –  C’erano i due coordinatori Cerreto e Menia. Il Movimento aderisce a Fratelli d’Italia come è già accaduto con altri movimenti. FdI si arricchisce così di un nuovo pezzo. Tutto ciò dimostra la necessità di dare forza a Fratelli d’Italia. Che si conferma il principale partito patriottico d’Italia».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica