“Salvini wants you”. Il leader leghista scrive ai militanti: «Vuoi candidarti? Invia il curriculum»

1 Ago 2022 19:09 - di Redazione
Salvini

Lega al lavoro sulle liste, da Nord a Sud. La ricerca del candidato giusto vede il partito di Matteo Salvini impegnato anche con la novità di una mail, inviata nelle scorse ore ai militanti, ai dirigenti locali e agli attivisti nel territorio con l’invito a spedire il curriculum, in vista di una possibile candidatura per le elezioni politiche del 25 settembre. «Caro militante – si legge in una lettera con il volto di Salvini che AdnKronos ha potuto visionare -, nonostante i tempi ristrettissimi, è volontà del segretario federale mettere tutti i nostri militanti in condizione di manifestare la propria disponibilità a a candidarsi.

I cv dovranno pervenire entro la mezzanotte di oggi

«Ciò – scrivono i vertici della Lega – deve avvenire per motivi organizzativi entro e non oltre le ore 23.59 del primo agosto». A valutare l’elenco dei nomi pervenuti – informa ancora la lettera – sarà «il livello regionale, insieme al livello provinciale». Viene inoltre specificato che «ogni militante ha un grande valore». «Ma – si legge ancora nella missivapurtroppo dobbiamo selezionare un numero ristretto di profili. Per questo l’invio della tua disponibilità non può essere vincolante». Chi, invece, supererà la selezione si dovrà «impegnare a dar corso a tutti gli adempimenti burocratici previsti».

Salvini: «Sì all’autonomia regionale»

La campagna elettorale registra invece il tentativo di Salvini di recuperare ruolo soprattutto al Nord, in particolare in Veneto, dove più forte è la richiesta di autonomia regionale. Parlando a Chioggia, il capo della Lega è tornato in tema per lamentare come «per troppi anni Pd e M5S ce l’hanno tirata per le lunghe». Il riferimento è alle resistenze che il progetto di autonomia regionale differenziata sta incontrando di fronte all’obiettivo di assicurare Livelli di prestazioni (i cosiddetti Lep) uguali per tutti i cittadini italiani. «Metterò l’autonomia nelle mani di Berlusconi e Meloni – ha concluso Salvini – e sono sicuro che le loro firme arriveranno, perché autonomia significa efficienza e sviluppo».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA