Amministrative, FdI rivendica il “modello Abruzzo”: «Da noi una tornata elettorale epocale»

mercoledì 22 Giugno 16:29 - di Agnese Russo
fdi abruzzo

«La vittoria a L’Aquila segna un punto di partenza sia per le elezioni politiche sia per le prossime Regionali e anche per certificare l’ottimo lavoro svolto dal presidente Marco Marsilio, che ha tutte le carte in regola per essere il primo presidente riconfermato nella storia della Regione Abruzzo». Così, questa mattina, a L’Aquila, Umberto D’Annuntiis, sottosegretario alla presidenza della giunta regionale e consigliere di FdI, durante un incontro stampa indetto dal partito per fare il punto sulle elezioni amministrative in Abruzzo.

Il “modello Abruzzo”: FdI e centrodestra «nettamente vincitori»

«Fratelli d’Italia e il centrodestra escono nettamente vincitori, senza timore di smentita, dall’ultima tornata elettorale», ha commentato il coordinatore regionale del partito, Etelwardo Sigismondi, sottolineando che la vittoria di Pierluigi Biondi a L’Aquila «ha un duplice significato: la classe dirigente di FdI è matura, pronta e dotata di capacità amministrativa; al tempo stesso, l’azione politica del centrodestra gode di alto consenso».

Biondi: «Una tornata amministrativa epocale»

Sigismondi, quindi, ha ricordato che il 20,5% conquistato da FdI nel capoluogo abruzzese «ha fatto registrare il miglior risultato tra i capoluoghi italiani chiamati al voto». «Ma oltre al risultato di L’Aquila, in tutti i comuni in cui si è votato a doppio turno – ha aggiunto – FdI è riuscita a raddoppiare i suoi consensi, risultando il partito più votato del centrodestra in Abruzzo». È stato poi Biondi a ricordare che «dal 1994, anno di entrata in vigore della legge che consente l’elezione diretta dei primi cittadini, a L’Aquila mai una coalizione ha ottenuto oltre il 58% delle preferenze come accaduto a quella di centrodestra e mai un candidato sindaco ha superato il 54% delle preferenze come accaduto il 12 giugno scorso. È stata – ha commentato il primo cittadino aquilano – una tornata elettorale epocale».

Non solo L’Aquila: i risultati nel Teramano

Oltre a quello de L’Aquila alla conferenza stampa sono stati anche rivendicati gli altri risultati ottenuti alle amministrative, a partire dal Teramano, per il quale era presente la coordinatrice provinciale Marilena Rossi. «Nel Teramano, soprattutto a Martinsicuro e Tortoreto, dove – ha detto D’Annuntiis – abbiamo ottenuto brillanti risultati, rispetto alle precedenti elezioni: ad esempio a Martinsicuro il sindaco ha vinto al primo turno lasciando scomparire dalla scena il Pd, e i candidati di Tortoreto hanno quasi triplicato i loro consensi. Ora si apre la partita più importante che riguarda la città di Teramo».

Con la trazione di FdI, cresce tutto il centrodestra

Ma i vertici locali di FdI hanno voluto anche sottolineare come tutto il centrodestra sia cresciuto, tanto nei Comuni più grandi quanto in quelli non interessati dal ballottaggio. Un risultato che parla, ha sottolineato Sigismondi, del «grande apprezzamento che in Abruzzo c’è nei confronti del centrodestra e delle amministrazioni guidate dalla nostra coalizione, ad iniziare dal lavoro svolto in Regione dal presidente Marco Marsilio». «Tutto ciò proietta il centrodestra ad essere la compagine favorita alle prossime elezioni politiche e alle regionali del 2024», ha detto Sigismondi, sottolineando di contro la «scottante sconfitta del centrosinistra».

L’assessore regionale Guido Quintino Liris ha ribadito quindi che «il centrodestra unito, a trazione FdI è una garanzia per gli elettori» e ha chiarito che «ci prepariamo ai prossimi appuntamenti elettorali: la città di Teramo a livello regionale, e le elezioni politiche a livello nazionale, creando i presupposti per una conferma del centrodestra in Regione fra due anni».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *