Andreea, 27enne scomparsa nelle Marche: il giallo s’infittisce. In un vocale all’ex dice: “Poi mi aiuti a scomparire”

lunedì 11 Aprile 10:34 - di Greta Paolucci
Andreea scomparsa Marche

Nel caso della scomparsa di Andreea Rabciuc, la campionessa romena di tiro a segno di cui si sono perse le tracce il 12 marzo scorso, dopo una festa da una coppia di amici nelle campagne delle Marche (Montecarotto, Ancona), le sole certezze sono che la serata si è conclusa con una accesa lite con il fidanzato. E che, da un mese a questa parte ormai, la giovane è irreperibile. L’ultimo riscontro della presenza della 27enne la colloca nel casolare nell’Anconetano, poi il buio più fitto che neanche le recenti acquisizioni investigative riescono a rischiarare. Del caso si sta occupando molto anche la trasmissione di Raitre, Chi l’ha visto?, tornato a lanciare l’allarme della ragazza scomparsa nelle Marche anche lo scorso mercoledì. E pubblicando sul proprio sito immagini e storie di donne scomparse. Un archivio utile per eventuali raffronti e spunti.

Andreea, la 27enne scomparsa nelle Marche: il punto sulle indagini

Esclusa l’ipotesi che il ritrovamento del cadavere nel Po – il corpo della donna ritrovata senza testa e arti in un borsone emerso dalle acque in secca del fiume, all’altezza di Occhiobello (Rovigo) – restano in campo le ipotesi degli inquirenti stilate dopo un’attenta analisi del telefonino della giovane campionessa. Smartphone che i carabinieri hanno sequestrato, dopo che il fidanzato della giovane lo ha tolto alla giovane, trattenendolo per un giorno e mezzo prima di restituirlo alla madre di Andreea.

L’analisi del telefonino e il tassello mancante delle immagini delle telecamere

Non solo. Come riporta il Tgcom24 nelle ultime ore, neppure le telecamere contribuiscono a comporre il mosaico del giallo. Il tassello, spesso risolutivo, delle immagini registrate dalle telecamere su strada – che avrebbero potuto indicare il percorso dell’atleta dal momento dell’uscita dal cancello del casolare – non c’è.  Come indica il sito citato, infatti, «seppur presenti in una stazione di servizio lungo la strada provinciale, non sono d’aiuto. “Purtroppo non hanno funzionato per tre giorni”, spiega la titolare del distributore di benzina».

Dov’è Andreea, scomparsa un mese fa nelle Marche? Il corpo ritrovato nel Po non è il suo

E allora, si parte dalle testimonianze di chi era alla festa. Dai racconti degli amici e da quel telefono che registra pensieri e possibili intenzioni della giovane scomparsa. Si riparte dalla consapevolezza che, dopo aver escluso che i resti rinvenuti nel Po non appartengano né a Samira El Attar – la donna scomparsa il 21 ottobre 2019 a Stanghella (Padova) –. Né a Isabella Noventa – uccisa nel Padovano nel 2016 – gli inquirenti sono certi che il corpo ritrovato in un borsone nel fiume non sia quello di Andreea Alice Rabciuc, la 27enne rumena che viveva a Jesi (Ancona). Ma allora, dov’è?

Il messaggio inviato all’ex Daniele: «Poi mi aiuti a scomparire e a non far sapere dove sono»

«Per stasera sto qui. Domani sono libera e possiamo fare quello che vogliamo. Poi mi aiuti a scomparire e a non far sapere dove sono». Gli investigatori al lavoro sul caso ricominciano anche da qui. Da questo che è l’ultimo messaggio vocale – pubblicato da Repubblica e rilanciato dal Tgcom24 – che la ragazza ha mandato all’ex fidanzato su whatsapp. dopo di che, però, è passato un mese dalla serata trascorsa al casolare. Funestata da un litigio continuo con il fidanzato attuale della campionessa romena di tiro a segno, ricostruita dagli inquirenti sulla base delle testimonianze degli amici presenti.

La lite al casolare con il fidanzato e quel telefonino toltole di mano…

I quali ricordano che già a ridosso della cena i due cominciano a litigare. «E non la smettono più fino al mattino», racconta Francesco, il proprietario della casa in campagna, amico della coppia. Che poi aggiunge anche: «Mi ero seccato per questa situazione. Lui le gridava contro e lei alla fine scriveva sul cellulare senza neanche degnarlo di uno sguardo». Tanto che, il fidanzato Simone, a un certo punto le toglie di mano il telefonino e comincia a controllare le chat della ragazza, ricostruiscono gli inquirenti.

Andreea sembra svanita nel nulla: anche la Protezione civile la sta cercando

E si scopre che Andreea scriveva a Daniele, il suo ex con il quale continuava ad esserci un rapporto di amicizia. Come conferma lui stesso. scomparsa  come riporta sempre il Tgcom24: «Lei mi raccontava il suo disagio. E io più volte le ho scritto che sarei passata a prenderla, non sarebbe stata la prima volta. Alla fine mi ha mandato un vocale e mi ha detto che sarebbe rimasta lì. Che sarebbe venuta da me il giorno dopo. E che voleva la aiutassi a non farsi più trovare». E per sparire, Andreea è sparita davvero. E ora, neanche la si è messa a cercarla anche la Protezione civile che, con l’aiuto dei sommozzatori, sta passando al setaccio persino un lago vicino al casolare, riesce a trovarla…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *