Riforma del catasto: mentre Draghi se la ride, Fratelli d’Italia promette battaglia in Parlamento (video)

7 Mar 2022 19:02 - di Davide Ventola
riforma catasto

“Rispondendo a una domanda sulla riforma del catasto, il premier Draghi si lascia andare in una risata, affermando che non ci saranno ulteriori tasse per i cittadini. Peccato che la riforma sia una patrimoniale nascosta, l’ennesima stangata ai danni degli italiani e delle loro proprietà. Non c’è veramente nulla da ridere”. Così Giorgia Meloni in un post su Instagram, dove riporta le dichiarazioni del presidente del Consiglio a Bruxelles accompagnare dalla scritta ‘Draghi se la ride, gli italiani piangeranno’.

Osnato spiega la posizione di FdI sulla riforma del catasto

Alla vigilia della nuova riunione sulla riforma fiscale che contiene la discussa norma sul catasto, FdI promette battaglia.  “La scorsa volta ho apprezzato la presa di posizione e la coerenza di Lega e Forza Italia, spero e credo che si debba continuare su quella strada e mi aspetto che il centrodestra continui su quella strada”. Lo dice il capogruppo di FdI in commissione Finanze della Camera Marco Osnato.  “E’ stato presentato, da tempo – prosegue Osnato – un emendamento soppressivo da parte di ‘Alternativa c’è’ che produce un effetto simile a quello soppressivo dell’articolo 6. Vediamo, oltre a noi, cosa fanno Forza Italia e Lega. E vediamo le presenze, perché quando la differenza è di uno o due voti conta anche quello”. A proposito dell’assicurazione odierna di Draghi che le tasse non aumenteranno, l’esponente di FdI, osserva: “Il tema è che questa riforma è stata definita dirimente per la sopravvivenza del governo ed è uno strumento per aumentare le tasse. Allora io oggi mi posso anche fidare di Draghi, ma se domani va al governo qualcun’altro ha lo strumento per mettere la patrimoniale sulla casa”.

Confedilizia: la via d’uscita c’è con un emendamento del centrodestra

Tuttavia, secondo il presidente di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa ci sarebbe una via d’uscita. “Domani alla Camera riprende l’esame della delega fiscale”, spiega. «Sull’articolo riguardante il catasto è stato presentato un emendamento (il 6.23) che rappresenta un compromesso tra il testo attuale, di cui verrebbe eliminata la parte con cui si intende trasformare il catasto da reddituale in patrimoniale, e la soppressione totale dell’articolo, che era stata richiesta da sei forze politiche (Lega, Forza Italia, Coraggio Italia, Noi con l’Italia, Fratelli d’Italia e Alternativa). La via d’uscita – conclude – per una soluzione equilibrata, dunque, c’è». Draghi e la sinistra la consentiranno?

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giorgia Meloni (@giorgiameloni)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA