Mauro Corona si schiera con la Meloni: “Richard Gere cerca visibilità sui migranti, è una droga” (video)

giovedì 4 Novembre 11:11 - di Lucio Meo

“Patetico, ridicolo, la sua notorietà è in calo, cerca visibilità”, attacca Mauro Corona, che si schiera con Giorgia Meloni sulla deposizione di Richard Gere nel processo contro Matteo Salvini. “La popolarità è come la droga, questo è Richard Gere, che c’entra con i migranti in Italia? Questa volta dò ragione a Giorgia Meloni, che c’entrano gli attori famosi con i processi in Italia? Salvini ha fatto il suo dovere di ministro e comunque non ha agito da solo nel governo…”, dice il popolare scrittore a “Carta Bianca“, su RaiTre, il programma condotto da Bianca Berlinguer che lo ospita settimanalmente.

Mauro Corona con Meloni e Salvini su Richard Gere

Sia Giorgia Meloni che il leader leghista avevano sottolineato come la testimonianza dell’attore americano nel processo “Open Arms” contro l’ex ministro degli Interni, fosse soltanto un modo per farsi notare. “La notorietà di Richard Gere è in calo. Questo gli darà una botta per farlo risalire e tornare al centro delle cronache, ma per me è patetico”, ha aggiunto Corona, sono d’accordo con Meloni e Salvini. Mi sembra che voglia soltanto farsi notare”, ha concluso Corona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *