Vaccini, sulla morte di Camilla Canepa arriva la relazione dei periti: “Nessuna malattia pregressa”

giovedì 21 Ottobre 20:04 - di Redazione
Camilla

La morte di Camilla Canepa, la ragazza 18enne deceduta la scorso giugno all’ospedale di Genova San Martino, «è ragionevolmente da riferirsi a effetti avversi da somministrazione di vaccino anti-Covid19». Come riporta l’Adnkronos, è quanto si legge nella perizia disposta dalla procura e ora a disposizione dei pm. La causa del decesso, si legge nel documento, «è legata una trombosi massiva complicata da una diffusa emorragia che è ragionevolmente da riferirsi a effetti avversi da somministrazione di vaccino anti-Covid19», scrivono i consulenti medici.

Camilla Canepa, parla il legale della famiglia

Camilla si era vaccinata a un open-day lo scorso 25 maggio e il 3 giugno aveva accusato i primi sintomi. Inizialmente ricoverata all’ospedale di Lavagna, è poi morta al policlinico di Genova San Martino. «Prendiamo atto che è stato chiarito che la ragazza non aveva alcuna patologia e che non aveva assunto farmaci che potessero avere una correlazione con la sua morte – afferma all’Adnkronos l’avvocato Angelo Paone che assiste la famiglia – Faremo le opportune valutazioni dopo aver esaminato la perizia con il nostro consulente di parte».

Il medico legale: «Camilla era assolutamente sana»

«Camilla era una ragazza di 18 anni assolutamente sana», dice poi all’Adnkronos Luca Tajana, medico legale che insieme all’ematologo Franco Piovella ha depositato la relazione ai pm che indagano sul caso di Camilla Canepa. Non entra nel merito della perizia: «Dovevamo rispondere al pubblico ministero e abbiamo risposto», taglia corto Tajana.

Il bollettino Covid: 3.794 nuovi contagi

E intanto l’ultimo report del ministero della Salute registra 3.794 i nuovi contagi da Covid in Italia (ieri 3.702). Da ieri sono stati registrati altri 36 morti (ieri 33) che portano a 131.724 il totale delle vittime da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 574.671 tamponi, con un tasso positività che scende a 0,66%.

In calo le persone ricoverate in ospedale con sintomi che sono 2.439 (ieri 2.464), con un calo di 25 persone rispetto a ieri mentre sono 356 i ricoverati in terapia intensiva (+ 1 rispetto a ieri), con 22 ingressi nelle ultime 24 ore. Sono 4.524.204 i guariti (+ 3.673 ) e 73.750 gli attualmente positivi (+82 ).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *