Va dal barbiere con la pistola semiautomatica infilata nella cintola, pronta all’uso: paura a Bari

giovedì 14 Ottobre 10:05 - di Emanuele Valci
bari

È andato dal barbiere a Bari con una pistola semiautomatica carica, che aveva infilato nella cintola. I poliziotti hanno arrestato un pregiudicato di 40 anni, colto nella flagranza dei reati di porto di arma clandestina e ricettazione della stessa. Nel corso di un controllo effettuato in una barberia del quartiere di Bari-San Paolo, gli agenti hanno notato l’uomo nel locale. E lui, quando ha visto che gli uomini in divisa stavano arrivando, ha tentato di allontanarsi e fuggire. Momenti di tensione, l’intervento delle forze dell’ordine è stato decisivo.

Bari, l’arrivo dei poliziotti e il tentativo di fuga

I poliziotti hanno fermato e perquisito il quarantenne. Agganciata alla cintola, aveva una pistola semiautomatica calibro 7.65, dotata di caricatore monofilare rifornito con 6 cartucce ad ogiva camiciata. L’arma era pronta all’uso. Dopo gli accertamenti è stato possibile stabilire che l’arma era stata introdotta illegalmente nel territorio italiano. Era perfettamente funzionante, marca Zastava, costruita nella ex Jugoslavia negli anni ’90. L’uomo non ha saputo fornire alcuna giustificazione in merito al possesso dell’arma, peraltro portata all’interno di un esercizio commerciale in attività e pieno di clienti.

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi