Brumotti aggredito con ferocia a Foggia: in 15 lo accerchiano e lo massacrano di pugni al viso (video)

martedì 5 Ottobre 20:44 - di Greta Paolucci
Brumotti aggredito

È successo ancora. E ancora una volta con una ferocia più sconvolgente della precedente. Nel primo pomeriggio di oggi Vittorio Brumotti, il biker inviato di Striscia la Notizia, tornato in missione anti-pusher – in questo caso nella piazza di Foggia – ha subito l’ennesima aggressione brutale. Stando a quanto riferito in queste ore da Foggia Today, almeno una quindicina di persone avrebbero accerchiato. Minacciato. E colpito con pugni in faccia il campione delle due ruote. Il referto ospedaliero, allora, indica per la guarigione trenta giorni di prognosi per trauma facciale.

Brumotti aggredito a Foggia: ferito al volto, 30 giorni di prognosi

Succede tutto nel primo pomeriggio di oggi (martedì 5 ottobre ndr), a San Bernardino di San Severo (Foggia). Brumotti e i suoi collaboratori sono lì già da qualche giorno, per documentare lo spaccio di droga che avviene alla luce del sole in un quartiere ad alta densità criminale. Ma quando l’inviato del tg satirico di Canale 5 arriva con la sua troupe in un quartiere noto “fortino” dello spaccio di droga della città dell’Alto Tavoliere, il clima si fa incandescente. A differenza di quanto accaduto la mattina stessa nei pressi delle palazzine ex Onpi di Foggia, in via Bari. Dove certo l’accoglienza non èp stata delle migliori. Ma dove i residenti inospitali quanto desiderosi di nascondersi alle telecamere e alla giustizia, si sono limitati all’insulto. Alla minaccia che ha ribadito come un mantra sempre lo stesso concetto: «Non ti vogliamo». «Via da qui». E persino un intimidatorio: «Rubategli la bici».

Contusi anche alcuni membri della troupe e due agenti

Tutto quasi nella “norma”, si potrebbe dire. Il peggio, infatti, sarebbe ancora dovuto arrivare. E arriverà: nel pomeriggio, con l’incursione a San Bernardino di San Severo non gradito alla mala locale che gestisce il traffico di droga. Che, senza neanche dare a Brumotti il tempo di fare qualche passo nel quartiere, ha spedito sentinelle e violenti ad “accogliere” l’inviato e costringerlo ad andarsene. Così lo intercettano. Lo circondano. Lo pestano, quasi nello stesso istante. Un’aggressione immediata e violenta, che solo l’irruzione della polizia è riuscita ad interrompere, prima che finisse anche peggio. E che, nel frattempo, ha portato anche al ferimento di alcuni collaboratori del biker e di almeno due degli agenti intervenuti, rimasti contusi nella mischia. Ma, ancora una volta, Brumotti promette di non demordere. «La ferocia di queste persone che pensano di dominare il territorio non ci fermerà», ha commentato a caldo l’inviato di Striscia. Che poi ha concluso: «Continueremo a girare l’Italia e a denunciare tutte queste situazioni di degrado. Facciamolo tutti: per i bambini. Non si può far finta di nulla».

Il video (da Youtube) della visita di Brumotti all’ex Onpi di Foggia. Nel pomeriggio l’inviato di Striscia è stato poi aggredito a San Bernardino di San Severo

Sotto, il video dell’aggressione pomeridiana a San Bernardino di San Severo, sempre da Youtube

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *