Green pass, la sospensione dal lavoro sparisce dalla legge. Ma si resta comunque senza stipendio

mercoledì 22 Settembre 12:01 - di Agnese Russo
green pass

Il decreto sul Green pass obbligatorio nei luoghi di lavoro è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale. Con una sorpresa: nel testo non c’è più il riferimento alla sospensione dal lavoro per chi è sprovvisto di lasciapassare. Resta invece la sospensione dallo stipendio.

L’obbligo di Green pass modificato in Gazzetta ufficiale

Il testo circolato la scorsa settimana, dopo l’approvazione in Consiglio dei ministri, prevedeva la sospensione dal lavoro dal quinto giorno di assenza per chi non fosse in grado di esibire il Green pass. La misura, com’è noto, scatta dal 15 ottobre e dura fino al 31 dicembre, data ad oggi fissata per la fine della pandemia. Il testo pubblicato in Gazzetta ufficiale e controfirmato ieri dal presidente della Repubblica, invece, elimina quella misura. Resta confermato comunque l’obbligo di esibire il lasciapassare per accedere ai luoghi di lavoro.

La marcia indietro sulla sospensione dal lavoro

Chi non sarà in grado di farlo, risulterà assente ingiustificato e, fin dal primo giorno, andrà incontro alla sospensione dello stipendio, fino a quando non potrà rientrare munito di certificato verde. «È stata tolta la sospensione», ma «l’efficacia del provvedimento rimane esattamente la stessa», ha commentato il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, dicendo che «il lavoro deve essere tutelato senza ombra di dubbio».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *