Dazn annuncia indennizzi dopo Samp-Napoli e Torino-Lazio: «Un mese gratis». Ecco a chi spetta

venerdì 24 Settembre 20:21 - di Natalia Delfino
dazn mese gratis

Dazn corre ai ripari dopo il disastro di ieri, quando molti abbonati che volevano vedere le partite delle 18.30 Torino-Lazio e Sampdoria-Napoli per circa mezz’ora sono riusciti solo a leggere il messaggio «al momento c’è un problema nell’aprire Dazn. Prova a riaprire l’applicazione o il browser più tardi». L’azienda, che già ieri aveva annunciato l’arrivo di un indennizzo, oggi ha fatto sapere che «tutti i clienti impattati, ovvero coloro che non sono riusciti ad accedere all’App fino al ripristino del servizio, potranno usufruire di un mese di visione senza ulteriori costi aggiuntivi». Insomma, Dazn offrirà un mese gratis agli utenti penalizzati.

Dazn: «Un mese gratis a tutti gli utenti coinvolti»

«Tali utenti – si legge ancora in un comunicato – riceveranno nel corso dei prossimi giorni, direttamente da Dazn una comunicazione via e-mail a conferma dell’offerta di un mese gratuito». Inoltre, Dazn «ribadisce che prosegue il dialogo e il confronto con la Lega Serie A in un immutato clima di collaborazione e trasparenza».

L’ira delle associazioni dei consumatori

Il disservizio ieri, oltre al notevole disappunto dei clienti interessati, ha generato anche numerose polemiche, con le associazioni dei consumatori sul piede di guerra. Il Codacons si era detto pronto a promuovere una class action, nel caso in cui Dazn non avesse indennizzato «in modo automatico tutti gli utenti coinvolti nei disservizi». «Non solo. Il Codacons – è stato l’avvertimento – se non saranno risolti in modo definitivo i problemi tecnici che investono la piattaforma, è pronto a presentare istanza per ottenere la revoca dei diritti tv per il calcio concessi a Dazn».

Ugualmente ferma la posizione di Federconsumatori, che ha parlato di «situazione ormai fuori controllo». L’associazione di consumatori, per la quale «è ormai evidente che si tratta di un problema strutturale», ha a sua volta «invocato con forza il riconoscimento di indennizzi a tutti gli abbonati», annunciando che «ci apprestiamo inoltre a trasmettere ad Agcom una seconda segnalazione in cui sollecitare, per queste stesse ragioni, un intervento di urgenza».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *