Tokyo 2020, regalo di compleanno per Antonella Palmisano: conquista l’oro nella marcia 20 km

venerdì 6 Agosto 11:50 - di Milena Desanctis
Tokyo

Antonella Palmisano ha vinto la medaglia d’oro nella marcia 20 km alle Olimpiadi di Tokyo 2020. E’ l’ottavo oro per la spedizione azzurra ai Giochi e la 36esima medaglia totale: eguagliato il medagliere record di Los Angeles 1932 e Roma 1960. Al Sapporo Odori Park la 32enne atleta pugliese ha tagliato il traguardo in 1h29’12, davanti alla colombiana Arenas, 1h29’37”, e alla cinese Liu, bronzo in 1h29’57”. La neo olimpionica aveva chiuso ai piedi del podio la sua precedente partecipazione olimpica a Rio 2016.

Tokyo 2020, chi è Antonella Palmisano

L’azzurra, che ha vinto la medaglia d’oro, oggi compie 30 anni e festeggia nel migliore dei modi. L’atleta pugliese, nata in provincia di Taranto nel 1991, fino al 2003 ha giocato a pallavolo. Poi, come ricorda la Fidal, si è convinta a praticare la marcia con un gruppo di ragazzi guidati a Mottola dal tecnico Tommaso Gentile. Nel suo ricco palmarès giovanile brilla la vittoria in Coppa del Mondo juniores – risultato senza precedenti per un’azzurrina – a Chihuahua nel 2010.

I suoi successi

Dal 2012 si è trasferita a Roma sotto la guida di Patrizio Parcesepe, tecnico delle Fiamme Gialle. Si è piazzata a ridosso del podio nei Mondiali di Pechino 2015 (quinta) e poi ai Giochi olimpici di Rio 2016 (quarta) nonostante una stagione condizionata da un infortunio al tibiale destro. Nel 2017 ha stabilito il record nazionale nei 10.000 su pista (41’57”29) e ha vinto la 20 km in Coppa Europa a Podebrady prima del bronzo ai Mondiali di Londra con 1h26:36, seconda azzurra di sempre, migliorandosi di oltre un minuto.

Il regalo olimpico

Un altro bronzo agli Europei di Berlino, nel 2018, prima del matrimonio in settembre con Lorenzo Dessi, a sua volta specialista azzurro del tacco e punta. Nel 2020 è diventata primatista italiana nei 10 km su strada con 41:28 a Modena e nel 2021 ha conquistato il successo per la seconda volta negli Europei a squadre, di nuovo a Podebrady. Curiosità: gareggia con un colorato fiore di feltro in testa, realizzato dalla mamma. E oggi, come regalo di compleanno, è arrivato l’oro olimpico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica