Speranza contestato in spiaggia dai gestori delle discoteche: “Spiegaci perché siamo ancora chiusi” (video)

domenica 8 Agosto 18:27 - di Adriana De Conto
Speranza contestato

Contestazione al ministro della Salute Roberto Speranza, di passaggio Toscana per le vacanze estive a  Castiglione della Pescaia. E’ la Nazione a dare notizia di un’iniziativa dei gestori delle discoteche contro il ministro della Salute, non appena si è diffuso il tam tam della sua presenza sulle spiagge toscane. Il relax è andato di traverso al ministro di Leu. “Siamo venuti a dare il benvenuto al ministro Speranza in vacanza in Maremma – ha spiegato Antonio Degortes, gestore del locale La Capannina a Castiglione  alla Nazione-Le discoteche sono in gran parte chiuse da 19 mesi. Caro ministro perchè il green pass vale per tutti e per i locali no? Ce lo devi spiegare o altrimenti noi staremo qui 7 giorni ad aspettarti e a farti compagnia insieme ai clienti del resort“.

Manifestazione contro Speranza in vacanza: “Ti faremo compagnia…”

I gestori dei locali e delle discoteche messi in ginocchio da troppo tempo non ci hanno visto più. Le contraddizioni poste in essere dalle norme del certificato verde continuano a penalizzarli oltre misura: in un video chiedono conto del perché gli altri tipi di locali, come i ristoranti, possano restare aperti con l’obbligo di green pass ma le discoteche siano ancora chuse. Il comparto ormai da oltre un anno soffre in maniera particolare le chiusure anti contagio. E non ha mancato di spiegare le sue ragioni al ministro. Con una serie di cartelli e un video diffuso in Rete.

Sulla spiaggia dove si sono presentati i gestori dei locali della zona sono intervenuti i carabinieri, riferisce la Nazione. Hanno proceduto all’identificazione dei partecipanti alla manifestazione, non preavvisata. I manifestanti hanno chiesto urgentemente un incontro al ministro Speranza. Altrimenti non si fermeranno e proseguiranno a stigmatizzare tutto il loro disagio  anche nei prossimi giorni.

Il tema è particolarmente caro alla sensibilità di Giorgia Melini e di FdI, da sempre vicini alla categoria che continua ad essere penalizzata. Con il paradosso di assistere continuamente a feste e a party di piazza dove le precauzioni e il distanziamento son un utopia. Allora? “Qual è il senso di continuare a tenere chiuse le discoteche se poi vengono consentiti, in tutta Italia, maxi party in piazza con musica e balli? Di questi assurdi controsensi gli unici a rimetterci sono i tantissimi lavoratori del settore, completamente abbandonati dalle istituzioni e dal governo“. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Chissà se Speranza si degnerà di ascoltare.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )