Positivo il ministro della Salute britannico: “Ho sintomi lievi grazie al vaccino, fatelo subito”

sabato 17 Luglio 16:26 - di Redazione
ministro salute britannico

Il ministro britannico della Salute, Sajid Javid, è risultato positivo ad un test per il covid-19. E’ vaccinato. Lo ha annunciato lui stesso su Twitter sottolineando di avere riscontrato sintomi leggeri. “Questa mattina sono risultato positivo al Covid con un test antigenico. Sto aspettando il risultato del tampone molecolare, ma ho già ricevuto il vaccino e i sintomi sono lievi”, ha scritto Javid sui social, invitando a farsi avanti per la vaccinazione coloro che ancora non lo hanno fatto.

Javid ha assunto l’incarico di ministro della Salute lo scorso mese, dopo le dimissioni di Matt Hancock, a seguito di una violazione delle regole del distanziamento sociale. Hancock aveva contratto il Covid-19 lo scorso anno. Anche il premier Boris Johnson si era ammalato ed era stato ricoverato per vari giorni in terapia intensiva nell’aprile 2020.

Nel Regno Unito la variante Delta continua a correre. Per la prima volta da metà gennaio, la Gran Bretagna ha superato i 50mila nuovi contagi in 24 ore.  49 i morti. E da lunedì decadranno praticamente tutte le misure anti covid in Inghilterra. Secondo le stime dell’ufficio nazionale britannico di statistica (Ons), in Inghilterra ben 577.700 persone, ovvero una su 95, erano positive al covid nella settimana che si è conclusa il 10 luglio. Il dato è il più alto dalla settimana che si è conclusa il 5 febbraio.

Il livello di contagi è salito in tutte le fasce di età, ma raggiunge il massimo – un caso ogni 35 – nel gruppo fra i 12 e i 24 anni. Difficile la situazione anche in Scozia, dove i casi nella settimana fino al 10 luglio sono stimati uno su 90 abitanti (uno su 100 la settimana precedente), il più alto da quando l’Ons ha iniziato a pubblicare le stime scozzesi a fine ottobre 2020. In Galles la stima settimanale è di un caso su 360, mentre in Irlanda del Nord è di uno su 290.

Il professor James Naismith, direttore del Rosalind Franklin Institute dell’università di Oxford ritiene che i casi non potranno che aumentare quando lunedì verranno sollevate le restrizioni in Inghilterra. “Raddoppiamo i casi ogni 12-18 giorni, per fortuna i vaccini fanno resistenza”, ha detto il professore, secondo il quale la vaccinazione cambia in maniera massiccia il legame fra contagi, ricoveri e decessi.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *