Da Elisabetta Canalis a Gavino Sanna: gara di solidarietà tra vip per la Sardegna distrutta dai roghi

sabato 31 Luglio 16:15 - di Luisa Perri
Canalis, Sardegna

Dall’ex velina Elisabetta Canalis al pubblicitario Gavino Sanna, dagli uomini e le donne della Croce rossa italiana alla Coldiretti. Si è messa in moto la macchina di solidarietà per Sardegna.

La Coldiretti si è già attivata per le popolazioni e le aziende colpite dagli incendi che hanno devastato l’oristanese per quasi tre giorni. In modo spontaneo o promosse da associazioni, sono partite raccolte di foraggio, mangime e sementi. In particolare dal Lazio e dalla Sicilia.

Il Comune di Santu Lussurgiu, tra i più colpiti dai roghi, ha attivato una raccolta fondi: le risorse, fanno sapere dall’amministrazione, saranno utilizzate per le opere più urgenti di ripristino della funzionalità di alcuni servizi pubblici (viabilità, reti idriche, etc) e per il sostegno alle attività economiche più colpite. Nelle prossime ore altri comuni prenderanno iniziative analoghe.

Elisabetta Canalis si attiva per la sua Sardegna

La ex partner di George Clooney durante il suo live Social ha lanciato la raccolta fondi. «Io, la Dinamo Sassari (la squadra di basket), il Banco di Sardegna scendiamo in campo per aiutare sia le persone, le attività, gli animali che sono stati colpiti dai roghi di questi giorni», ha detto la Canalis parlando della sua Sardegna.  
«Questa emergenza mi ha toccato in prima persona perché io sono di Tresunaghes, mio papà era di lì, io ho casa lì (nell’Oristanese) – ha raccontato Elisabetta Canalis – Contribuirò anch’io come spero tante altre persone in questa raccolta fondi».

Le magliette firmate da Gavino Sanna

Anche il pubblicitario Gavino Sanna scende in campo per sostenere il Montiferru devastato dall’immenso rogo che ha colpito vari centri dell’Oristanese.
    “Fuoco uguale suicidio”, “Il fuoco uccide la Sardegna”, sono alcuni degli slogan che accompagnano i disegni stampati sulle otto “magliette di Gavino” realizzate e donate dal noto creativo per raccontare la tragedia che ha colpito il territorio, ma anche lanciare un segnale di speranza.

Il ricavato sarà interamente destinato per l’acquisto di reti e pali e altri beni urgenti. Saranno veicolate attraverso l’associazione culturale e di promozione sociale, “Sa Mata, l’albero delle idee”, presieduta da Veronica Matta nell’ambito della campagna di solidarietà denominata “Ricostruiamo Insieme per Cuglieri”, per soccorrere gli abitanti della comunità colpite dal terribile incendio.

Il Banco di Sardegna stanzia 100 milioni per le attività in crisi

Proprio il Banco di Sardegna è sceso in campo, con l’operazione “Sardegna Fronte Comune – Incendi” e ha stanziato un plafond di 100 milioni di euro da destinare, con istruttorie di pochi giorni, a finanziamenti a breve termine a tasso e costi zero e/o sino a 10 anni ad un tasso dell’1% fino a due anni di preammortamento – per fronteggiare esigenze di liquidità immediata o interventi di ricostruzione o di riavvio attività. Per tutte le categorie contemplate è stata anche prevista – su richiesta – la sospensione delle rate, la cosiddetta moratoria, sui finanziamenti aperti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica