“Mamma ha ucciso Denise”. L’intercettazione agghiacciante a casa di Anna Corona (video)

lunedì 10 Maggio 18:54 - di Penelope Corrado
denise pipitone

«Eravamo a casa, la mamma l’ha uccisa a Denise». L’intercettazione mandata in onda oggi da Storie Italiane (Raiuno) è agghiacciante e lascia senza parole. Non lascia dubbi sulla sorte di Denise Pipitone, la piccola scomparsa da Mazara del Vallo il 1° settembre 2004.

A parlare sono Jessica e Alice Pulizzi, figlie di Anna Corona, la donna su cui si sono appuntati i sospetti degli inquirenti. Nel corso della trasmissione da Eleonora Daniele, i telespettatori hanno potuto ascoltare le nuove intercettazioni emerse solo negli ultimi giorni, quindi ben 17 anni dopo la scomparsa della bimba avvenuta nel 2004 da Mazara del Vallo.

Che cosa hanno detto le figlie di Anna Corona

Piera Maggio era l’amante di Piero Pulizzi e proprio Denise era la figlia della relazione clandestina. I due avevano da tempo una relazione extraconiugale, che è stato uno dei motivi per cui da subito i sospetti della scomparsa della bimba sono ricaduti sull’allora moglie di Pulizzi, da cui l’uomo aveva avuto le due figlie Jessica e Alice.

Nell’intercettazione ambientale c’è anche altro materiale. «L’ha uccisa a Denise la mamma, tu dici queste cose boh» e Jessica risponde: «Tu non devi parlare». E Alice: «Logico».

Perché Denise sarebbe stata uccisa

La trasmissione Quarto Grado ha deciso di intervistare Anna Corona, ex moglie del padre di Denise. Questo, però, non alla criminologa Roberta Bruzzone. 

La criminologa, alla Vita in Diretta, si sarebbe aspettata almeno un paio di domande fondamentali. La prima è dove fosse realmente il giorno della scomparsa della bimba, aspetto mai approfondito. La seconda è: come descriverebbe i rapporti con la sua amica Stefania così frequenti e poi cessati all’improvviso dopo il rapimento?

Inoltre, la Bruzzone non ritiene che le parole di Anna Corona siano state veritiere. Sembrava avesse un copione, la sua mimica facciale molto contratta le ha dato questa impressione., soprattutto nella parte finale, nell’appello a Piera Maggio.

Sulle tracce della bambina di Milano

Intanto, si sta facendo luce anche sulla bambina ripresa a Milano, nel dicembre 2015. Una bambina molto somigliante alla piccola è stato mostrato stamane nel corso della trasmissione Mattino Cinque.

 

L’avvocato Giacomo Frazzitta, legale della famiglia Pipitone, nel corso della diretta tv ha fatto sapere di essere sulle tracce della donna. La redazione di Mattino Cinque ha trovato conferma di questa dichiarazione in un post di Twitter scritto da un legale che conferma la testimonianza resa ai Carabinieri dalla nomade della fotografia.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *