Lo “scoop” della Sciarelli su Denise Pipitone fa il record di ascolti e finisce sul sito delle Bufale (video)

giovedì 1 Aprile 12:28 - di Luisa Perri
denise pipitone sciarelli

Federica Sciarelli fa il boom di ascolti riaprendo il drammatico caso di Denise Pipitone con un presunto scoop dalla Russia, che si basa su elementi validi solo per catturare ascolti. Chi l’ha visto? su Rai3 ha infatti registrato 3.520.000 telespettatori e il 15,16% di share. Battuta solo dalla partita di calcio, Lituania-Italia su Raiuno.

“Chi l’ha visto?” e lo “scoop” su Denise Pipitone

Lo “scoop” era stato ampiamente pubblicizzato il giorno prima della trasmissione. Una ragazza russa, dalla vaga somiglianza con la madre della bimba rapita, è intervenuta a una tv russa per cercare la sua famiglia d’origine. La giovane Olesya ha raccontato di essere stata rapita da piccola e portata in un campo rom ucraino nel 2005, quando aveva circa 5 anni. E qui già l’anno non corrisponde, perché Denise Pipitone è sparita nel 2004.

La bambina russa ha poi vissuto nell’accampamento dei nomadi, chiedendo l’elemosina per portare soldi alla comunità. Successivamente è stata fermata e trasferita in un orfanotrofio. Ed è proprio nell’istituto che le hanno dato il nome attuale.

Ospite della trasmissione, Olesya ha quindi rivolto un appello alla madre biologica: “Non ti ho mai dimenticato, ti sto cercando e ho voglia di vederti. Eccomi qui, sono viva, voglio conoscerti e trovarti”.

Quante possibilità ci sono che Olesya sia Denise?

Ma quante possibilità ci sono che la giovane russa sia effettivamente Denise Pipitone, come ipotizzato nella trasmissione della Sciarelli? Praticamente zero. A 4 anni, come ricorda la mamma Piera Maggio, Denise già parlava bene italiano e siciliano. La giovane russa, invece, non ha alcuna familiarità con la lingua italiana. Non ha neppure memoria di parole o luoghi italiani. Dopo 4 anni è pressoché impossibile.

Da grande, inoltre, Olesya, truccata per lo studio, in alcuni fotogrammi forse somiglia a Piera Maggio. Tuttavia, nelle foto che contano, quelle della russa bambina (a pochissimo tempo dal presunto rapimento) la somiglianza con la piccola Denise non c’è. Anzi, chiaramente è un’altra bambina. Ora, si attende la prova del Dna, l’ennesima. La trasmissione della Sciarelli aveva già ricevuto segnalazioni su presunte Denise in giro per il mondo, con il conseguente test del Dna.  Un altro atroce strazio per Piera Maggio, che però ha ottenuto un altro boom di ascolti per la trasmissione di Raitre.

Diversi siti, tra questi il sito Bufale.Net, hanno demolito il presunto “scoop”. «Nell’anteprima di Chi L’Ha Visto? – si legge – è stato riportato solamente un frammento dell’appello di Olesya, ma se osserviamo l’intero servizio possiamo notare che gli autori di Let Them Talk hanno mandato in onda anche alcune foto di Olesya da bambina». La trasmissione della Sciarelli si è ben guardata da mandarlo in onda nel promo o nei contributi sui Social. Altrimenti nessuno avrebbe dato credito alla notizia. E addio ascolti record.

Il regista Ricky Tognazzi, che aveva la toccante fiction ispirata all’Ilva, “Svegliati amore mio”, in onda su Canale 5 in concorrenza con Chi l’ha visto? ha commentato su Twitter. “Cosa non si fa per un punto di share”. 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica