Bassetti scatenato in tv contro Casadio: «Lei non ha titoli per parlare». E sbotta sugli errori (video)

venerdì 30 Aprile 15:23 - di Gabriele Alberti
Bassetti

Matteo Bassetti è una furia e a PiazzaPulita, il programma di Corrado Formigli in onda su La7, nel corso di una  puntata “esplosiva” ha parlato con chiarezza, scontrandosi – si parlava di coronavirus, varianti e letalità  –  con Andrea Casadio, medico e giornalista. Secondo il quale le varianti essendo più contagiose sono anche più letali. Equazione fa uscire gli occhi fuori dalle orbite all’infettivologo del San a Msrtino di Genova. “La storia della medicina si fa con l’evidenza scientifica e con le pubblicazioni sulle riviste internazionali. In tv si va se si ha da dire qualcosa da dire e se si ha pubblicato qualcosa su studi internazionali”. Una reprimenda “ex abrupto” dura e polemica che ha motivazioni precise. Tenta di spiegarsi meglio, ma Casadio lo interrompe: “Essendo molto più contagiosa… uccide più persone”.

Bassetti annichilisce Casadio sulle varianti

Allora Bassetti non si è più tenuto: “Ha un dato scientifico? Uno studio?“, strilla in faccia a Casadio. Che inisiste. “La variante E4848K, quella inglese, è assolutamente più contagiosa e quindi provoca anche più morti”, replica. E ancora, Bassetti picchia durissimo: “Non può dire che è più elevata, vuol dire che non sa di cosa sta parlando. È medico lei? Ah sì? Che specialità ha?”. “Neuroscienze…”, risponde l’altro: “Ecco, allora parli di neuroscienze”, lo fulmina Bassetti, molto diverso dall’uomo pacato che abbiamo consciuto fin’ora in tv. Segno che – da infettivologo- sa di cosa parla. E vuole evitare che si diffondano allarmismi sulle varianti. Lo scontro è continuato e piuttosto su di tono.

Bassetti: “Perché la zona bianca in Sardegna non ha funzionato”

Si volta pagina e si affronta un altro argomento fondamentale, la chiusura a zone e il caso Sardegna, passata in un batter di ciglio da zona bianca a zona rossa..  La suddivisione dell’Italia in zone a colori non è sbagliata. Ne è convinto Matteo Bassetti e lo ha ripetuto in più occasioni in passato.  “Il Covid colpisce in due stagioni: tra inverno e primavera e in autunno“. “La zona bianca in Sardegna non ha funzionato perché è stata fatta troppo precocemente“. Infatti , sostiene, “è arrivata quando il virus stava ancora circoland quindi nel pieno dell’epidemia”. Pertanto, è la sua tesi, “è stato un errore”. Ma “le zone non sono sbagliate tout court”. Anzi, la suddivisione differenziata “è un sistema che comunque funziona: è molto utile lavorare su piccole zone in medicina e in epidemiologia”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )