Omicidio Yara: la sorella di Massimo Bossetti cambia cognome per la vergogna, lui reagisce male…

giovedì 8 Ottobre 15:44 - di Redazione

Massimo Bossetti, condannato in via definitiva per l’omicidio di Yara Gambirasio, ha scritto una lettera a ‘Telelombardia’ dopo aver appreso che la sorella Laura Letizia ha avviato l’iter per il cambiamento di cognome. La missiva è stata indirizzata al conduttore di ‘Iceberg Lombardia’, Marco Oliva.

Massimo Bossetti risponde con amarezza

“Ho seguito la sua trasmissione – scrive Bossetti -. Le confido che non ha senso continuare a reagire alle provocazioni. Le mie parole sono schiette e sincere: ritengo che tutto sia stato pianificato come un gesto violento seguito da una sorta di provocazione nei miei confronti”.
“Questa provocazione – sottolinea Bossetti – merita una sola risposta, quella dell’indifferenza. Mia sorella faccia quello che più lei
ritiene opportuno di fare. Ho altre cose più importanti di cui occuparmi per la mia vita”. La lettera verrà letta in versione integrale questa sera a partire dalle 20.30 nel corso della trasmissione ‘Iceberg Lombardia’ su Telelombardia.

Cosa ha detto la sorella dell’assassino di Yara Gambirasio

“Gli ho chiesto scusa per aver detto in passato che papà e mamma sono morti di dispiacere per il dolore di avere un figlio in carcere. Ho sbagliato, comunque è la verità”, spiega Laura Bossetti. “Ora Massimo ha sua moglie Marita e sta bene così. Io gli auguro tutto il bene possibile. È stata una tragedia e solo chi è dentro sa cosa si prova e cosa si passa. Ho raggiunto la mia tranquillità ed è per questo che ho deciso di lasciarmi il passato alle spalle e cambiare cognome”.Sul delitto recentemente la Cassazione ha escluso un nuovo processo e la Corte europea dei diritti dell’uomo di Strasburgo ha respinto la richiesta di revisione del processo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica