“Salvinizzato un c….”: Del Debbio esplode e risponde per le rime su “Dritto e Rovescio”

lunedì 2 dicembre 14:05 - di Alberto Consoli
Del Debbio

Paolo Del Debbio , il conduttore, giornalista e scrittore, è solito alla chiarezza. Chi critica “Dritto e Rovescio”ancora non si è abituato all’esercizio dell’onestà intellettuale. Intervistato da Blogo, Del Debbio risponde per le rime. Si parla di Rete 4 e gli si chiede se il canale sia “salvinizzato“. Rete 4 è sovente accusata di sovranismo da parte di chi vuole vedere e ascoltare la narrazione a senso unico della sinistra. Una trasmissione che con pacatezza dà ascolto a tutti  certamente un unicum. Quindi da attaccare.

Del Debbio: “Da me sono venuti tutti, più volte”

“Rete 4 salvinizzata? Salvinizzata un cazz***“. Del Debbio risponde secco a chi gli ha fatto notare che dallo scorso 7 marzo ad oggi, Matteo Salvini è intervenuto 9 volte in trasmissione. Ignorano che  anche altre emittenti ricorrono al leader della Lega per far aumentare lo share. Ma  a parte questa considerazione Del Debbio fa notare: “Sono venuti anche gli altri. Vengono tutti, non è troppo, d’altra parte parliamo di un soggetto determinante in questo periodo. Abbiamo avuto anche Luigi Di Maio molte volte, chi vuol venire viene”. Forse dà fastidio che  Dritto e Rovescio superi ultimamente nel gradimento la trasmissione concorrente , PiazzaPulita di Corrado Formigli su La7. Una trasmissione certo molto più di parte. Unilateralmente anti sovranista e pro migranti. Le persone col telecomando in mano scelgono. E più spesso scelgono Dritto e Rovescio:

“A me non interessa se vanno bene o male gli altri, a me interessa che vada bene io”, rimarca Del Debbio. “Siamo soddisfatti, siamo tranquillamente oltre le aspettative – sottolinea a Blogo– Bisognerà continuare su questo livello, non è facile, siamo contenti che il pubblico abbia scelto noi in modo massiccio”. Quindi, dopo la sfuriata iniziale, il conduttore argomenta: “Sono tante le trasmissioni di informazione durante la settimana. Noi arriviamo dopo il lunedì, il martedì e il mercoledì. Tutti hanno quasi raccontato tutto. O affronti qualcosa che hanno già affrontato altri, oppure racconti quei temi in modo diverso. Ho trovato una formula particolare che vivacizza il programma facendo confrontare i politici col pubblico in studio”. Hanno tentato in tanti di accusarlo: da Vauro a Toscani, alla parlmentare Pd che ha intimato alle colleghe di non andare da Del Debbio. L’ha sempre vita lui. Un motivo ci sarà.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ANTONINO SALAMONE 3 dicembre 2019

    buopn giorno, visto che lei ha intrapreso una strada fuori dal coro continui ,noi non sia come quelli di sx che sono gli unici a possedere la verità assoluta.

  • In evidenza