Cagliari calcio, bello e possibile: la squadra di Maran è la rivelazione della serie A

lunedì 11 Novembre 13:20 - di Redazione
Cagliari calcio

Cagliari calcio bello e possibile. Concreto. Come mai da 50anni a questa parte. Almeno da quando vinse con Gigi Riva, Rombo di Tuono, il campionato di serie A nel 1969/70. Prima squadra del mezzogiorno a farcela. Cagliari calcio addirittura perfetto. Che coi cinque gol rifilati alla Fiorentina agguanta il terzo posto in classifica. In coabitazione con la Lazio. Squadra rivelazione, squadra solida: ha segnato 23 gol e ne ha subiti 12. Merito della società, che ha speso e ha acquistato con oculatezza. Merito anzitutto di Rolando Maran che sta dimostrandosi allenatore capace e duttile. È lui che nelle ultime uscite ha messo a punto alcuni accorgimenti tattici. È lui che fa giocare Joao Pedro e Nainggolan sulla stessa linea. E che davanti ha catechizzato un Simeone che lotta, si sbatte, duella e fa da boa. Il tecnico trentino ha capito di avere a disposizione una ottima rosa che sta mutando pian piano una sorta di cooperativa del gol. Segnano gli attaccanti e pure gli altri: in totale già fanno centro in dieci. Certo, adesso bisognerà tenere nervi saldi. Bisognerà non regredire dall’intelligenza tattica alla supponenza. Ma è un fatto che nel campionato che si concluderà nell’anno del centenario la squadra dia segni così importanti. Cagliari calcio che se la può giocare con tutti (o quasi) e che può legittimamente aspirare all’Europa. Magari alla Europa League, che sarebbe un enorme traguardo per i rossoblù del presidente Giulini. Il quale per adesso festeggia e fa gli scongiuri. Insieme a tutti i cagliaritani.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *