Alla Camera renziani su tutte le furie: Fdi parla del caso Occhionero-mafia

martedì 12 novembre 20:04 - di Redazione

No, della deputata Occhionero non bisogna parlare. Appena si accenna al caso, la Camera dei Deputati si incendia e i più timorosi che si debba discuterne sono Italia Viva – partito di nuova appartenenza della parlamentare che aveva come collaboratore Antonello Nicosia, in carcere per mafia, e il Pd. Il che è abbastanza stravagante.

La miccia in aula è accesa dal deputato di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli (nella foto). “Il governo riferisca su una vicenda di una gravità inaudita: sui rapporti tra la sua maggioranza e la mafia”. Con queste parole si è  scatenata l’incredibile reazione dei deputati della maggioranza.

Interrogazione sospetta della Occhionero

“Nel 2015 – ha spiegato Donzelli– Guttadauro Filippo venne condannato e sono state disposte anche misure di sicurezza nei suoi confronti in quanto dichiarato socialmente pericoloso per i suoi contatti con Matteo Messina Denaro. Dopo la condanna passata in giudicato i suoi avvocati hanno denunciato lo Stato per associazione a delinquere. Il Pm ha fatto richiesta di archiviazione su cui gli avvocati si sono appellati citando una interrogazione parlamentare. Io la ho trovata. E’ a firma di Giuseppina Occhionero, il cui assistente è stato arrestato per mafia. E allora, siccome Occhionero è fondamentale nel votare la fiducia al governo, i partiti di maggioranza stanno con il parlamentare che aiuta la mafia?”

Renziani su di giri contro Donzelli

Durissima e praticamente stupefacente la reazione di Italia Viva, che con Camillo D’Alessandro ha attaccato il vicepresidente dell’Aula, Rampelli, per aver dato la parola a un deputato che l’aveva chiesta: “Non doveva permettere di pronunciare quelle parole in questa Aula, sono inaccettabili”. Lo stesso è il tono di Roberto Giachetti: “Quelle parole, pronunciate da un noto provocatore, sono inaccettabili e vanno censurate”. Provocatore chi denunciano chi assume mafiosi?

E Rampelli ha puntualizzato: “Rivedrò lo stenografico ma qui ognuno ha il diritto quello che crede, assumendosene la piena responsabilità”.

Responsabilità che invece non si assumono nei confronti della pubblica opinione i parlamentari della maggioranza. Il caso Occhionero è scandaloso ma loro non vogliono che se ne parli. Chiosa il presidente dei deputati di Fdi, Lollobrigida: “”Oggi prendiamo atto che per Italia viva e Partito democratico è più importante contestare le parole del collega Donzelli piuttosto che chiarire la vicenda della deputata di maggioranza Occhionero e dei presunti rapporti con la mafia del suo collaboratore”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Denny il nero 13 novembre 2019

    W Donzelli uno dei migliori.
    E poi lui , Renzi lo conosce bene, sa anche quante pizze ordina alla pizzeria sotto casa ed addebita al comune di Firenze con la scusa di riunione politica.

  • federico barbarossa 13 novembre 2019

    c’è sempre stato il “braccetto” tra la sinistra, tutta la SINISTRA e la MAFIA!

  • In evidenza