La mafia in Parlamento. Forse per questo stanno tutti zitti (tranne Fdi)

lunedì 11 novembre 6:00 - di Francesco Storace
carceri nicosia

Una settimana fa scoprivamo la mafia in Parlamento. C’era entrata grazie ad un contratto da 50 (cinquanta…) euro al mese sottoscritto dall’onorevole Giuseppina Occhionero con un assistente parlamentare di nome Antonello Nicosia (nella foto). Costui sta in carcere per associazione mafiosa, lei sta (ancora) alla Camera.

Ma nessuno (tranne Fratelli d’Italia), le chiede di andarsene al più presto da Montecitorio. Peggio: nessuno, ad eccezione del partito di Giorgia Meloni, le chiede conto di quel che emerge dalle carte della magistratura. No, non è (ancora) indagata. Ma la assoluta inadeguatezza dell’onorevole – ricordate quel “ci faccia il piacere” di Toto’? – non sembra meritare censura dai suoi colleghi.

Sulla mafia Renzi e Fico stanno in silenzio

Tace il partito di elezione, Leu. Silenzio tombale dal partito di (recente) reclutamento, Italia Viva. Matteo Renzi – al pari della Boschi fuggita da una richiesta di intervista del Secolo – non pronuncia una sillaba su un caso che probabilmente lo imbarazza non poco. Cambia canale Nicola Zingaretti le rare volte che vede la Occhionero in televisione. È stupefacente e un po’ vigliacco l’atteggiamento  dei Cinquestelle. Di Maio fa finta di nulla ed è vergognoso. Si sono nascosti tutti.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • VINCENZO DI TOLVE 11 novembre 2019

    3)Amico, come stai, ti ricordi di me? Facciamo una chiacchierata?
    un passeggero che aveva dormito per tutto la tratta, svegliò e mi chiese: “ Siamo arrivati? ” Ebbene, di poche parole ma s’è dimostrato buon amico come il mio amico Elio che, da ben 39 anni siamo tutti i giorni in contatto, e per me è gioia sapendo che sono un ciarlone, seppure da Blogger, sono solo sì, ma mi sento vivo, sapendo che altri a cui porto rispetto stanno bene. Aneddoto: un giorno, parlando con la Segretaria dell’ex Premier Giuseppe Pella, mi disse che la Rossa Nilde Jotti aveva chiesto un Marx stipendio per spese, così fu, vedemmo in amicizia Politica, alzare le mani e si votarono altro milione di stipendio: chiedetevi, questi “ Onorevoli ” amano davvero il Popolo? Non sarebbe magico offrire amore a tutti? Pensaci! https://vincenzoditolve.wordpress.com/2019/11/11/amico-come-stai-ti-ricordi-di-me-facciamo-una-chiacchierata/

  • rino 11 novembre 2019

    La mafia fa paura a tutti e stanno zitti. Che la mafia fosse in parlamento lo sapevano tutti, lo provano le stragi di stato, ma si nega l’evidenza. Ormai non ce ne libereremo più, siamo ormai un paese sudamericano.

  • In evidenza