Forza Italia scioglie la riserva: il 19 ottobre sarà in piazza. Mistero sulla partecipazione di Berlusconi

venerdì 11 ottobre 14:58 - di Redazione
berlusconi

«Forza Italia aderirà alla manifestazione organizzata il 19 ottobre prossimo in piazza San Giovanni». Con una nota all’ora di pranzo Silvio Berlusconi ha ufficializzato la partecipazione degli azzurri alla manifestazione contro il governo, al fianco di Lega e FdI. Il Cav, si legge nella nota, «invita iscritti, simpatizzanti ed elettori a partecipare alla manifestazione con gli altri partiti del centrodestra. Sarà presente sul palco una delegazione di Forza Italia».

«In piazza per il bene e l’unità del centrodestra»

«Andremo in piazza San Giovanni per il bene e l’unità del centrodestra…». Con queste parole Berlusconi ha dato il via libera alla partecipazione di FI. L’ok definitivo, secondo quanto rivelato dall’Adnkronos, sarebbe arrivato ieri sera, durante una riunione a palazzo Grazioli tra il Cav e lo stato maggiore azzurro. Riunione tenuta dopo il bilaterale con il primo ministro ungherese Viktor Orban. Ma solo oggi, all’ora di pranzo, con una nota ad hoc, il leader azzurro ha deciso di ufficializzare l’adesione al secondo appuntamento di piazza contro il governo Conte, dopo la manifestazione organizzata da Fratelli d’Italia a inizio settembre.

Berlusconi non scioglie la riserva sulla sua presenza

Ancora non è stata sciolta, però, la riserva sulla presenza dello stesso Berlusconi: a quanto si apprende, il leader azzurro ancora non avrebbe deciso se intervenire personalmente in piazza o meno. Molti scommettono che alla fine potrebbe dare forfait, visto che vedrà gli alleati Matteo Salvini e Giorgia Meloni in Umbria qualche giorno prima, giovedì 17, in occasione della campagna elettorale per le regionali (i tre leader faranno una conferenza stampa comune a Perugia). In ogni caso, però, fonti ben informate assicurano che l’ex premier manderà in piazza San Giovanni un’ampia rappresentanza azzurra per dare un’immagine, anche plastica, di una coalizione compatta nel fare opposizione al governo giallorosso. Al posto del Cav, a capo delle delegazione, ci sarà il numero due del partito, Antonio Tajani.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Donato 12 ottobre 2019

    Questo Governo è particolarmente pericoloso per i lavoratori autonomi. Se non vogliamo essere travolti da uno stato di polizia fiscale, se siamo dalla parte di coloro che tentano di fare da soli non pesando sul bilancio pubblico, anzi contribuendo, non basta più una sfilata fine a sé stessa, ma è ora di agire concretamente. Questo dovrebbe capeggiare un partito di destra come FDI!

  • In evidenza