Eliana Michelazzo contro Massimo Giletti: «Sei stato uno scorretto, ci vediamo in tribunale»

martedì 22 ottobre 9:00 - di Redazione
Eliana Michelazzo

Eliana Michelazzo contro Massimo Giletti. La puntata di Non è l’Arena con Pamela Prati e Roberto D’Agostino è inaccettabile, dice. Le hanno mandato un cronista con una telecamera nascosta, che l’ha seguita per tutto il viaggio da Bari a Roma. Senza dirle nulla. «Lo trovo assurdo», commenta all’Adnkronos. «Voglio sapere il nome e cognome di questa persona perché intendo adire a vie legali».

La rabbia di Eliana Michelazzo

«È assolutamente scorretto che un giornalista con la telecamera nascosta tenti di estorcermi informazioni seguendomi per quattro ore e fingendosi un mio fan», sottolinea l’ex manager di Pamela Prati. «Tra l’altro a lui non ho raccontato niente di diverso da quello che ho sempre detto sulla Perricciolo».

«Poi questo giornalista si è pure alzato», prosegue Eliana Michelazzo. «È sceso con me e mi ha offerto da mangiare al bar. Ho pensato: ma guarda che gentile questo. E invece no! Mi stava facendo le riprese con la telecamera. Ma neanche a Le Iene fanno cose di questo genere. Poi mi ha chiamata sempre questo tizio per farmi un’offerta di lavoro per un locale a Gallipoli».

«Ma io per andare avanti secondo loro che dovrei fare?», chiede la Michelazzo. «Mi fa ridere che mi vengono a fare la morale sulle mie ospitate. Se mi chiedono di lavorare io lavoro. Non ci vedo nulla di male.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza