Lingua italiana, grazie a Crusca-Utet da oggi il “Battaglia” si consulta on line

giovedì 9 maggio 15:25 - di Redazione

Il maggior vocabolario della lingua italiana realizzato nel XX secolo, il Battaglia della Utet, si proietta nel futuro e ha ora una nuova vita “elettronica”. Grazie a uno storico accordo siglato nel 2017 tra l’Accademia della Crusca e la casa editrice Utet Grandi Opere, già da oggi sarà possibile consultare on line il Battaglia, dal nome del suo curatore e fondatore il filologo Salvatore Battaglia, vale a dire la monumentale opera lessicografica e di fondamentale importanza per lo studio e la conoscenza della nostra lingua. Per realizzarla l’Utet ha rinunciato a qualsiasi genere di compenso. Frutto di 40 anni di lavoro (dal 1961 al 2002) di una squadra che ha visto al lavoro mediamente oltre trenta fra redattori e collaboratori esterni sotto la direzione di Battaglia prima e del critico letterario Giorgio Bàrberi Squarotti dopo, il Grande Dizionario Utet è il più grande vocabolario della lingua italiana mai portato a compimento nel nostro Paese e di eccezionale importanza in particolare per la storia della lingua letteraria dalle origini della nostra lingua fino al Novecento. Il progetto che ha portato alla versione elettronica dell’imponente dizionario è stato illustrato a Firenze dal presidente dell’Accademia della Crusca, Claudio Marazzini, nel corso del convegno sul tema “Un patrimonio in Rete: nuove risorse elettroniche della Crusca per gli Accademici e per gli studiosi della lingua italiana” e alla presenza dei vertici di Utet Grandi Opere, il presidente Marco Castelluzzo e il direttore editoriale Enrico Cravetto.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

 

In evidenza

contatore di accessi