Roma violenta, tunisino dà in escandescenze in strada: si scaglia sugli agenti e ne ferisce a morsi tre

21 Set 2022 13:53 - di Martino Della Costa
tunisino

Roma violenta, Milano sotto scacco. Bologna maglia nera degli stupri. E potremmo continuare con il drammatico elenco delle città amministrate dalla sinistra in cui la sicurezza è un’emergenza che non dà tregua. Gli ultimi due episodi criminali che la cronaca rilancia in queste ore, arrivano allora proprio dalla capitale: al centro delle vicende, un immigrato tunisino 26enne e un altro 36enne. Due stranieri che, in ben tre differenti azioni criminali, hanno seminato panico e ferocia.

Roma, tunisino dà in escandescenze in strada e morde gli agenti intervenuti

La prima delle due vicende risale solo a ieri mattina, quando gli agenti sono intervenuti in Via delle Valli a Roma, dopo una segnalazione che richiedeva l’intervento immediato delle forze dell’ordine. Un allarme dovuto alla presenza di un giovane nordafricano che stava pericolosamente dando in escandescenze in mezzo alla strada. Così, quando una volante della polizia e una pattuglia della polizia locale di Roma Capitale del II gruppo Parioli sono intervenuti, il tunisino ha reagito con violenza. E per divincolarsi dai controlli e sfuggire ai tentativi degli agenti di fermarlo, lo straniero 26enne ha continuato a dare in escandescenza e si è scagliato contro di loro mordendoli. Tre di loro sono rimasti lievemente feriti, riportando alcuni giorni di prognosi. Ma sono riusciti a bloccare il giovane, che poi hanno arrestato per minacce, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Rapinatore violento sul bus: tunisino deruba e ferisce un passeggero

Il secondo caso, che rimanda sempre a Roma e ancora una volta a un malvivente di origini tunisine, risulta decisamente più articolato e inquietante. Tutto parte dalla denuncia che un cittadino del Bangladesh di 33 anni – rapinato e accoltellato a bordo dell’autobus 105 – ha presentato ai carabinieri. Una vicenda di cui da conto nel dettaglio il sito di Roma Today, che a riguardo, delineando il contesto, spiega: «La vittima infatti ha denunciato tutto ai carabinieri che hanno ricostruito i fatti avvenuto lo scorso dieci settembre e dato un volto al ladro violento. Si tratta di un 36enne tunisino che, da quanto emerso dalle indagini, non sarebbe nuovo a commettere furti sui mezzi pubblici».

Per continuare a leggere l'articolo sostienici oppure accedi

 

SUGERITI DA TABOOLA