Pisa, tunisino a spasso con una mannaia: panico tra i passanti. È un clandestino senza fissa dimora

mercoledì 6 Aprile 13:28 - di Redazione
tunisino

Terrorizzava i passanti andando a spasso per la città di Pisa brandendo una mannaia. È accaduto la notte passata all’1.30, quando la Sala operativa della Questura di Pisa ha inviato due pattuglie della Squadra volanti in zona Vettovaglie. Nei paraggi un tunisino minaccioso e armato, seminava il panico tra i cittadini che, opportunamente, hanno segnalato quell’inquietante presenza e chiesto l’intervento della polizia di Stato.

Pisa, tunisino gira per la città brandendo una mannaia

Le pattuglie giunte immediatamente sul posto hanno circondato la zona, per impedire ogni via di fuga al sospettato. Che poi hanno rintracciato e individuato poco dopo. Si tratta di un tunisino 43enne, in Italia senza fissa dimora e clandestino. Che nel frattempo, annusata l’aria, si sarebbe liberato della mannaia. Infatti, seppure dalla visione delle immagini di videosorveglianza l’arma fosse visibile, a seguito della perquisizione personale che gli agenti hanno eseguito, l’oggetto non si è trovato. Le forze dell’ordine, comunque, hanno bloccato l’uomo. E lo hanno accompagnato in Questura. Dove è scattata per lui la denuncia per il reato di porto di oggetti atti ad offendere.

Fermato, risulta senza fissa dimora e clandestino

Inoltre, gli agenti hanno notificato al tunisino fermato un provvedimento di Daspo Urbano che il Questore di Pisa ha adottato lo scorso 24 marzo, sotto un alias, per pregresse condotte moleste e violente che l’uomo avrebbe assunto in pieno centro storico. Infine, vista la irregolarità sul territorio nazionale e la sua pericolosità sociale alla luce dei molteplici precedenti, l’uomo è stato trattenuto per la notte e messo a disposizione della Sezione Espulsioni. Il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, appurata la sua pericolosità che il soggetto ha dimostrato, ha concesso al tunisino un posto al Centro di Permanenza e di Rimpatrio di Potenza, dove una pattuglia della Questura accompagnerà lo straniero 43enne. E da dove, terminate le procedure di identificazione, sarà rimpatriato nei prossimi giorni con un charter per Tunisi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *