Covid, Bassetti: «Quarantena light per gli asintomatici o in autunno si blocca Paese»

11 Ago 2022 12:19 - di Gianluca Corrente
bassetti

Matteo Bassetti non ha dubbi, occorre la quarantena light, altrimenti saranno dolori. Sulla mancata riduzione della quarantena per i positivi al Covid asintomatici «c’è il rischio di essere in ritardo. Non si può infatti pensare di arrivare in autunno, quando ci sarà una possibile ripresa dei contagi, con queste misure di isolamento. Finiamo per paralizzare il Paese». Così all’Adnkronos Salute il direttore della Clinica di malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova. Bassetti ricorda che «sono passate ormai 3-4 settimane da quando avevo detto che sarebbe stato il caso di fare una quarantena “light”. L’immobilismo del ministero della Salute su questo fronte danneggia soprattutto gli italiani», avverte.

Bassetti: quarantena light per le persone asintomatiche

«Rischiare di tenere a casa in autunno tante persone asintomatiche non è come farlo a luglio o agosto. C’è il rischio reale che tanti servizi fondamentali si blocchino», rimarca l’infettivologo. Che rilancia la necessità «di cambiare ora le regole o comunque di discuterne e arrivare ad aggiornare le misure per i primi giorni di settembre». Quali potrebbero essere i nuovi parametri? «Si posso ridurre i giorni di isolamento basandosi molto sulla personalizzazione della quarantena», risponde Bassetti. «Quando finiscono i sintomi faccio un tampone e se negativo si può uscire. Oppure – conclude – alle fine dei sintomi, dopo 48 ore, a prescindere dal risultato del test si può uscire».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA