Patti Smith a Firenze. La “sacerdotessa del rock” rende omaggio al David di Michelangelo

28 Giu 2022 12:43 - di Camilla Bianca Mattioli
patti smith

Patti Smith, figura di spicco del mondo della musica, è stata la prima rockstar ad esibirsi sotto il David di Michelangelo, presso la Galleria dell’Accademia di Firenze. Non un concerto in stile rock and roll, che sarebbe stato too much per un museo. Ma, come lo ha definito la stessa cantautrice, “un intimo reading musicale e letterario” per rendere omaggio al genio artistico di Michelangelo, declamando le sue “Rime”, e al tempo stesso i versi di alcuni dei poeti italiani, come Pier Paolo Pasolini insieme alle sue canzoni più celebri.

Patti Smith, la “sacerdotessa del rock”

Patricia Lee Smith, in arte Patti Smith, è nata il 30 dicembre 1946 a Chicago. Cantautrice, poetessa e artista, nella sua carriera di oltre quaranta anni ha attraversato il punk diventandone l’icona, analizzato il mondo in tutte le sue forme d’arte, attraverso la musica, la fotografia, la poesia, i romanzi, la pittura e la scultura, lasciando un segno indelebile in ogni sua espressione. Proprio il suo grande carisma interpretativo e la suggestiva potenza dell’uso delle parole nelle sue canzoni le hanno fatto guadagnare il soprannome di ”sacerdotessa maudite del rock”.

I suoi brani più celebri

Amata, discussa, potente e idealista, è un vero e proprio mito del rock per tutte le generazioni. Divenuta celebre per brani come “People Have The Power”, “Dancing Barefoot” e “Because The Night” è stata invitata alla Galleria dell’Accademia di Firenze, dalla direttrice Cecilie Hollberg per chiudere la prima parte di “David 140”, il calendario di eventi ideato per i 140 anni dall’inaugurazione della Tribuna della Galleria dove si trova il David, avvenuta il 22 luglio 1882. L’evento che aveva inizialmente suscitato preoccupazione nell’architetto Ferdinando De Simone, tormentato dal fatto che, a suo parere, “il concerto sotto il capolavoro di Michelangelo è pericoloso per le sue caviglie piene di micro crepe. Le vibrazioni sono dannose per le caviglie del David”.

La proposta di Patti Smith

Immediatamente smentito da Cecilie Hollberg, direttrice della Galleria dell’Accademia, secondo cui l’allarme lanciato dall’architetto padovano Fernando De Simone “è sicuramente una fake news, non corrisponde alla realtà: stiamo parlando di un reading musicale, e non di un concerto rock”. Patti Smith ha infatti proposto “An evening of poetry and music”, spettacolo tra musica e poesia, esibendosi accompagnata dal figlio Jackson Smith alla chitarra, dalla figlia Jesse Paris Smith al pianoforte e dal loro amico di lunga data Tony Shanahan al basso. Davanti ad un pubblico di 190 persone, la sacerdotessa del rock ha reso omaggio a Michelangelo , con queste parole: “Sono felice ed onorata di essere in questo luogo magnifico, in questo luogo di bellezza, per celebrare il grande Michelangelo, e tutti i grandi maestri della scultura e della pittura che rendono più bello il nostro mondo”, concludendo la serata inchinandosi sia davanti al pubblico che al colosso bianco di marmo.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA