La sigaretta dello “scandalo”: Enrico Ruggeri vola tra le tendenze di Twitter e stronca gli “odiatori”

13 Giu 2022 10:54 - di Gianluca Corrente
enrico ruggeri

Una sigaretta accesa davanti al cartello “vietato fumare” e «Enrico Ruggeri è sempre punk e ribelle». Un post di Red Ronnie spedisce Enrico Ruggeri, suo malgrado, tra le tendenze di Twitter. L’hashtag decolla per i commenti ironici e irriverenti all’immagine. «Una volta ho parlato al conducente del bus», scrive qualcuno. C’è qualche intrepido che spinge la porta su cui c’è scritto tirare. Poi c’è chi fa il bagno dopo pranzo senza aspettare 3 ore. E ancora, chi beve l’acqua direttamente dalla bottiglia.

Enrico Ruggeri e la “prova d’intelligenza”

Alla fine, Enrico Ruggeri interviene: “«Un tweet palesemente ironico. Lui mi sgrida sempre perché fumo, io naturalmente so benissimo che non c’era niente di trasgressivo, si scherzava. Hanno avuto comunque da ridire. Ormai Twitter è una prova di intelligenza, non tutti la superano», scrive il cantante. Che ora trema per “l’anatema” di Dj Aniceto: «Trovo questa foto scandalosa e trasgressiva. Padre Pio punisci Enrico Ruggeri per favore».

L’opera d’arte “Waterwar”

Si intitola “Waterwar” ed è dedicata alla vacuità delle guerre, l’opera d’arte progettata da Enrico Ruggeri a partire dal 2015 e realizzata ben prima dei tragici attuali eventi. Due eserciti archetipi, ricreati in vetro di Murano, si scontrano per entrare in possesso di un bicchiere d’acqua che troneggia su una montagna di sabbia. L’opera è esposta fino al 27 novembre, alla Fondazione Berengo Art Space di Murano (Venezia). Ed è la prima espressione in arte contemporanea di Ruggeri, noto per il proprio lavoro di cantante. “Waterwar” rientra tra le opere della 7/a edizione di Glasstress, manifestazione proposta in occasione della 59/a Biennale di Venezia. si presenta insieme a quelle di grandi artisti internazionali come Jimmie Durham e Thomas Schütte.

La “rivoluzione” del cantautore

Molto interesse per l’attesissimo album dal titolo “La Rivoluzione” (Anyway Music). Si tratta di 11 brani per un disco sul quale il cantautore ha lavorato per due anni. È una riflessione sulla sua generazione, che ha affrontato anni di grandi cambiamenti sociali e culturali. Ma ne è uscita con un’anima gonfia di ricchezze e di grandi delusioni. Nell’album,racconti e suggestioni esaltati dall’inconfondibile timbro vocale di Enrico Ruggeri e dalla cura del suono in fase di registrazione. Da Mistero alla Rivoluzione:

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA