Migranti, Sea Eye 4 torna a chiedere un porto per sbarcare 500 clandestini. E a Lampedusa altri arrivi

18 Giu 2022 12:56 - di Redazione
Migranti

La Sea Eye 4 con a bordo 488 migranti soccorsi nel Mediterraneo, torna a chiedere un porto sicuro per lo sbarco. «L’altissimo fabbisogno di cure mediche – spiegano dalla Ong tedesca – non può essere coperto dal solo nostro team nel lungo periodo. Abbiamo urgente bisogno di un rifugio sicuro!». Inizialmente erano 492 le persone a bordo di Sea Eye 4 ma ieri quattro migranti sono stati evacuati. «Quattro pazienti – continua la Ong – sono stati evacuati. Fra loro una donna incinta, all’ottavo mese che non riesce più a sentire il suo bambino e ha anche ustioni cutanee. A bordo ci sono anche due donne incinte all’ottavo e al quarto mese». La nave, come si legge su ilgiornale.it, attende l’assegnazione del porto tra Marina di Ragusa e Pozzallo.

Migranti, continuano gli sbarchi a Lampedusa

Intanto continuano senza sosta gli sbarchi a Lampedusa. Come riporta il sito Agrigentonotizie.it, sono 61 i migrati arrivati, con quattro diversi barchini, nelle ultime ore, nell’isola. Stamattina, a tre miglia dalla costa, la Guardia di finanza ha intercettato un’imbarcazione di sette metri con venti tunisini, fra cui tre donne e sei minori. Durante la notte sono state invece bloccate tre barchini con diciassette persone originari di Camerun, Guinea e Sierra Leone; un natante con dodici tunisini, e una barca di sei metri con altri dodici tunisini. Tutti, si legge sul sito, sono stati portati all’hotspot dove, al momento, ci sono 1.047 ospiti, a fronte di 350 posti disponibili.

Ieri in due distanti sbarchi sono arrivati nell’isola 89 migranti provenienti da Egitto, Marocco e Tunisia. Anche loro sono stati portati all’hotspot.

Le accuse del leghista Attilio Lucia

«A Lampedusa non c’è alcuna accoglienza per i migranti, la mia isola è solo il centro del business della sinistra e delle Ong». Attilio Lucia, leghista dal 2018, è risultato il terzo più votato nella lista civica “L’Alternativa c’è” (367 voti) che ha vinto a Lampedusa scalzando il primo cittadino uscente Salvatore Martello. Ora Lucia si prepara al giuramento in Comune: «Credo proprio – dice all’AdnKronos – che avrò un ruolo in giunta, anche Salvini mi ha chiamato per farmi i complimenti». Intanto ribadisce la linea, assicurando «mi butterei in mano per salvare vite umane, ma qui si tratta di un business, di gente che certo non fugge dalla guerra».

Da anni Lucia gira l’isola e filma quanto avviene nel centro di accoglienza «dove chi arriva viene trattato come un sacco di patate, messo a mangiare a terra», riporta l’Adnkronos. «Dove ci dovrebbero stare meno di 300 persone ce ne sono dieci volte tante», accusa. Per lui deve finire la storia di «Lampedusa porto sicuro».

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA