Trovata una fossa comune vicino Kiev. Zelensky: la Russia ci ha torturato, ma noi accetteremo la pace

domenica 10 Aprile 13:24 - di Greta Paolucci
fossa comune

Buttati alla rinfusa, ammassati e abbandonati: sono decine i corpi seppelliti in quella che appare essere una fossa comune, rinvenuti nei pressi di Kiev. Lo ha denunciato il capo del villaggio di Buzova, dove è avvenuto il ritrovamento. Secondo Taras Didych, la fossa comune è stata scoperta nei pressi di una stazione di servizio. Il numero delle vittime non è stato ancora reso noto, come se l’orrore fosse quantificabile. Solo la notizia in sé conferma l’inferno in corso senza sosta nelle città ucraine. E con il Paese intero, comunque. Nonostante tutto, che continua a ripetere di essere pronto a sostenere «una grande battaglia» nella parte orientale del suo territorio. «L’Ucraina è pronta per grandi battaglie. Deve vincerle, anche nel Donbass», ha affermato ancora poco fa il consigliere presidenziale Mykhaïlo Podoliak, citato dall’agenzia di stampa Interfax-Ukraine. «E quando succederà l’Ucraina avrà una posizione più forte nei negoziati. Il che le consentirà di dettare certe condizioni».

Ancora orrore: rinvenuta una fossa comune a Buzova, nei pressi di Kiev

Sì, perché la madre di tutta battaglie è quella per cui, su entrambe fronti in guerra, ci si sta preparando a combattere nel Donbass. Non a caso, immagini satellitari raccolte e analizzate da Maxar Technologies, mostrano quello che appare essere un convoglio militare russo lungo circa 13 Km. E diretto verso sud attraverso la città di Velkyi Burluk, nell’Ucraina orientale, l’8 aprile. La città si trova a est di Kharkiv, vicino al confine con la Russia. A riferirne è la Cnn, precisando che le immagini di Maxar mostrano «veicoli blindati. Camion con artiglieria e attrezzature di supporto» che compongono il convoglio. Mentre in contemporanea, il canale informativo ucraino Suspilne, citando le parole del capo dell’Ova (l’amministrazione regionale militare) di Kharkiv, Oleg Sinegubov, fa sapere che: «Le truppe russe avrebbero sparato su Kharkiv 66 volte nelle ultime 24 ore. Ferendo nove persone».

Zelensky: «La Russia ci ha torturato, ma gli ucraini accetteranno la pace comunque»

E così, mentre il consigliere presidenziale Mykhaïlo Podoliak dichiara che l’Ucraina è pronta pronta per grandi battaglie. A partire da quella che incombe sul Donbass, il presidente Volodymyr Zelensky ribadisce il suo impegno per una soluzione diplomatica della guerra con Mosca. Nonostante «la Russia abbia torturato il suo Paese». E in un’intervista all’agenzia di stampa Ap, rilanciata sul suo canale Telegram, il leader ucraino ha detto: «La gente accetterà la pace in ogni caso. La gente vuole che questa guerra finisca. Alle nostre condizioni, condizioni di indipendenza». Quindi Zelensky ha aggiunto: «Sì, dobbiamo combattere, ma lottare per la vita. Non puoi combattere per la polvere quando non c’è nulla». Concludendo che: «È difficile, emotivamente difficile… Nessuno vuole negoziare con chi ha torturato la nostra nazioneMa non possiamo decidere per milioni di persone che vogliono fermare la guerra»...

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *