In fiamme il traghetto Grimaldi Lines Igoumenitsa-Brindisi, salvate con le scialuppe 288 persone

venerdì 18 Febbraio 9:09 - di Paolo Lami

Un salvataggio drammatico in piena notte quello che hanno vissuto i 237 passeggeri e i 51 membri dell’equipaggio del traghetto Igoumenitsa-BrindisiEuroferry Olympia‘ battente bandiera italiana della Grimaldi Lines andato improvvisamente in fiamme all’altezza di Corfù, dunque mentre era in navigazione lungo la rotta che lo stava portando in Italia.

Erano le 4,30 ora italiana quando il comandante del traghetto della Grimaldi si è improvvisamente reso conto che era scoppiato un incendio nel garage.

Il traghetto si trovava in quel momento nelle vicinanze dell’isola di Corfù. E si è tentato in un primo momento di donare le fiamme originate, a quanto pare, da un camion che era parcheggiato, insieme ad altri mezzi, all’interno del garage. Ma l’operazione non è riuscita.

A quel punto il capitano della nave non ha avuto altra scelta. E dopo aver lanciato un MayDay, ha dato l’ordine di evacuare il traghetto utilizzando le scialuppe di salvataggio.

Sono stati momenti drammatici con le persone svegliate in piena notte e costrette ad abbandonare velocemente il traghetto in fiamme lasciando a bordo bagagli e auto.

Tutti i 237 passeggeri e i 51 membri dell’equipaggio sono stati messi in salvo con le scialuppe di salvataggio, ha reso noto il vice ministro per la Navigazione greco Kostas Katsafados, precisando che stanno tutti bene.

In soccorso al traghetto della Grimaldi in fiamme sono arrivate cinque imbarcazioni della Guardia Costiera greca e anche altre navi private che si trovavano nella zona e che si sono unite alle operazioni di salvataggio.

“Tutti i passeggeri stanno bene e si trovano a bordo delle scialuppe di salvataggio – ha detto il vice ministro Katsafados in un’intervista televisiva – Il capitano ha ordinato l’evacuazione della nave per il grande incendio e ha detto che le condizioni climatiche sono buone”.

“L’isola di Rodi si sta preparando a ricevere i passeggeri“, ha detto la governatrice dell’isola, Rodi Kratsa.

Oltre alle imbarcazioni della Guardia Costiera greca, nella zona del traghetto in fiamme è arrivata anche una motovedetta della Guardia Costiera italiana – secondo il sito di Proto Thema – e tre elicotteri e una nave militare greca.

Il pattugliatore ‘Monte Sperone’, della guardia di Finanza , che si trovava in zona per un altro intervento di soccorso a un mezzo in avaria, è stato ingaggiato dalle autorità greche per prestare soccorso al traghetto ed ha effettuato le operazioni di trasbordo, prendendo in salvo 243 persone.

La centrale operativa della guardia costiera italiana è in contatto con quella greca e la società Grimaldi Lines ha attivato l’unità di crisi mentre le operazioni sono coordinate dalle autorità greche.

Il traghetto della Grimaldi Lines andato in fiamme e che effettua regolare servizio quotidiano di linea tra i due porti, era di nuova costruzione e sarebbe dovuto arrivare a Brindisi alle 8.30.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *