Siracusa, immigrato tunisino ferisce il titolare di un pub e si scaglia contro i poliziotti

domenica 26 Dicembre 12:13 - di Fortunata Cerri
Siracusa

Un ragazzo tunisino è stato arrestato dopo aver aggredito con calci a pugni i poliziotti intervenuti per una rissa in provincia di Siracusa. Gli agenti del commissariato di Pachino, arrivati nei pressi di un locale in via Roma per un acceso litigio, hanno ascoltato il titolare del pub che ha riferito di essere stato aggredito e ferito da un cittadino extracomunitario. L’intervento ha consentito agli agenti di individuare in breve tempo l’aggressore e di identificarlo.

Siracusa, il giovane tunisino ha aggredito i poliziotti

Il fermato, un giovane tunisino di 29 anni, presentava una ferita al lobo dell’orecchio e gli agenti hanno fatto intervenire personale del 118. Durante le fasi dell’identificazione, il giovane si è scagliato contro i poliziotti con calci e pugni: immobilizzato dagli agenti, è stato arrestato per i reati di violenza, minacce e resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e violenza. Su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato posto ai domiciliari. I poliziotti hanno riportato ferite guaribili in quindici giorni.

Altro caso

Sempre in provincia di Siracusa nel corso di un servizio alla circolazione stradale, i carabinieri della Stazione di Noto hanno sottoposto a controllo un’autovettura condotta da un 28enne. Da una verifica ai terminali l’uomo risultava da rintracciare poiché doveva scontare una pena detentiva di circa due mesi. Per questa ragione, al termine delle attività di identificazione, l’uomo è stato dichiarato in arresto, in esecuzione di un decreto dell’Autorità Giudiziaria di Milano. Ed è stato condotto presso la propria abitazione dove espierà la pena detentiva per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e furto commessi a Trezzano sul Naviglio.

Arrestato due volte nella stessa giornata

E, infine, qualche giorno prima di Natale sempre a Siracusa un uomo di 53 anni, che era ai domiciliari, è stato arrestato dai carabinieri due volte nella stessa giornata per evasione. È stato sorpreso fuori dalla propria abitazione senza giustificato motivo. In un’occasione era tranquillamente al bar e in un’altra stava passeggiando per strada. L’arrestato è stato sottoposto nuovamente agli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *