“Pacco in giacenza”. Non aprite quel messaggio: conti svuotati in tutta Italia per questi sms truffa

mercoledì 10 Novembre 8:50 - di Luisa Perri
truffa sms (1)

Rischia di diventare l’incubo del Natale: un sms truffa che ha svuotato parecchi conti bancari e postali in tutta Italia.  L’ennesima frode arriva sui cellulari con un messaggio ingannevole e apparentemente innocuo. Il messaggio Sms avvisa l’utente che c’è un pacco in giacenza e fornisce un collegamento da cliccare per seguire il tracking. Si tratta invece di un pericolosissimo Trojan bancario denominato “Flu-bot”.
Una volta cliccato sul link presente nel messaggio, si viene reindirizzati ad una pagina web fasulla che sembra quella del noto corriere DHL, ma che con la società internazionale di spedizioni non ha nulla in comune. Se il malcapitato utente a quel punto scarica la finta applicazione DHL per seguire i pacchi, la truffa è servita.
A quel punto, sul cellulare va a impiantarsi un malware, un virus maligno, che carpisce l’accesso assoluto del dispositivo. E quel che è peggio, prende possesso di tutte le App bancarie, finanziarie e di acquisti senza che l’utente sia grado di capirlo.
*L’applicazione risulta praticamente impossibile da disinstallare – spiegano gli esperti informatici – se per caso l’avete già scaricata vi conviene portare il cellulare da un tecnico e farvelo ripulire prima di fare pagamenti o inserire credenziali».

Sms truffa: ecco perché l’inganno funziona

Parla di un pacco in attesa relativo ad una spedizione di Amazon. Su questo sms truffa si legge invece: “La Amazon consegna è in attesa poiché nei nostri sistemi non è presente il tuo recapito postale corretto. Vedi link per correggerlo“.

Cliccando sul link si apre un immagine con il logo di Poste Italiane. Sul messaggio si legge: “HAI (1) MESSAGGIO DA POSTE. FARE CLIC QUI SOTTO PER APRIRE”.

Ovviamente, è tutto falso . Non è Amazon a scrivere e non è Poste Italiane che ha un pacco in giacenza per voi. In effetti, la truffa è facilmente intuibile perché Amazon non invia sms per avvisare di eventuali spedizioni in giacenza. Infatti, per consultare i propri ordini il cliente ha disposizione tutte le informazioni sul sito ufficiale sul proprio account personale.

Il criterio dei criminali che inviano questi sms truffa si basa su una virtuale “pesca a strascico”. Sanno che, migliaia di persone attendono, soprattutto in questi giorni, il loro ordine su Amazon e sono in attesa che il pacco arrivi. Quindi qualche “pesciolino”, statisticamente, abboccherà all’amo. Fate in modo di non essere voi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *