Milano, immigrato irregolare prima rapina un uomo e poi prende a morsi al petto un poliziotto

venerdì 26 Novembre 18:30 - di Mia Fenice
immigrato

Ancora violenza e aggressioni a Milano. Un immigrato, 25enne del Gambia, con precedenti e irregolare prima ha rapinato un cittadino. Non contento quando sono arrivati i poliziotti  li ha prima aggrediti. Poi ha morso un agente.  A raccontare l’ennesimo caso di violenza è MilanoToday.it.

Immigrato prende a morsi un poliziotto

A chiamare le forze dell’ordine è stato un passante che ha assistito alla rapina: il giovane aveva derubato un uomo del suo cellulare. Appena sono arrivati gli agenti l’immigrato anziché fermarsi si è scatenato ancora di più. Così ha aggredito i poliziotti, prima li ha spintonati, poi ha preso a morsi al petto un poliziotto e non contento ne ha graffiato un altro. Ai poliziotti aggrediti è stata assegnata una prognosi di sette giorni all’ospedale san Carlo di Milano. L’immigrato è stato arrestato per resistenza e lesioni private a pubblico ufficiale.

Morde un poliziotto: i predecenti

Non è la prima volta che a Milano accadono fatti del genere. A ottobre, come riportano i quotidiani locali, un tunisino aveva preso a morsi la mano di un poliziotto che voleva identificarlo.

Ecco quello che era accaduto. Alle forze dell’ordine era stato segnalato un litigio. Sul posto era arrivata una volante, appena l’aveva vista il tunisino aveva cercato di scappare. Ma raggiunto dagli agenti aveva preso a morsi la mano di uno di loro. Per l’uomo è scattato l’arresto.

Aggressione alla Stazione Termini

Un caso analogo è avvenuto anche a Roma alla Stazione Termini. Un’immigrata voleva salire su un treno senza mascherina. Quando gli agenti le avevano detto di indossare il dispositivo di protezione, lei si era scagliata contro di loro cercando di mordere un poliziotto. La donna era un’irregolare. Inoltre, aveva assunto anche un atteggiamento aggressivo. Aveva infatti tentato di afferrare il braccio di un agente tentando di morderlo senza fortunatamente riuscirci. Per questo era stata denunciata per resistenza a pubblico ufficiale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *