Predappio, raduno per la Marcia su Roma. Il sindaco: rischio infiltrati? Andrà tutto come al solito

giovedì 28 Ottobre 15:25 - di Redazione
Predappio

Si terrà domenica l’abituale raduno nostalgico a Predappio per ricordare il 99/o anniversario della Marcia su Roma, avvenuta il 28 ottobre 1922, che, con l’incarico di presidente del consiglio affidato dal re a Mussolini, portò il fascismo al potere. Come avviene praticamente ogni anno, i partecipanti si concentreranno a Predappio per poi andare, in corteo, sino al vicino cimitero di San Cassiano, dove si trova la cripta della famiglia Mussolini con le spoglie del duce.

La manifestazione, per le misure anti Covid, si terrà in forma statica all’ingresso del cimitero. Per l’occasione sarà aperta per tutto il giorno la cripta Mussolini dove potranno accedere quattro persone alla volta. L’iniziativa è organizzata dall’associazione Arditi di Ravenna che ha segnalato il pericolo di infiltrazioni da parte di agitatori intenzionati a creare disordini. La stessa associazione ha perciò annunciato di aver rafforzato il suo servizio d’ordine, ma anche la questura di Forlì avrebbe già predisposto adeguate contromisure.

Si dice tranquillo il sindaco di Predappio Roberto Canali: “Se c’erano, i timori erano legati unicamente al rischio di infiltrazioni da parte di personaggi intenzionati ad alimentare tensioni – spiega all’Adnkronos – ma ad ora mi è stato assicurato anzi un rinforzamento dei servizi da parte non solo della Questura ma anche degli stessi organizzatori. Se tutto andrà come al solito, dunque, rientra nei canoni di quello cui eravamo abituati fino a prima della pandemia e riteniamo di poter stare tranquilli”.

Eppure c’è chi soffia sul fuoco dell’allarmismo. Come Mario Pierantoni, deputato 5Stelle. “La manifestazione prevista domenica a Predappio nell’anniversario della Marcia su Roma suscita profonda inquietudine: è davvero difficile accettare che ci sia ancora chi inneggia al duce. Ricordo che l’apologia del fascismo è un reato ed è quindi doveroso che le autorità vigilino”.

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *