“Malafemmena” censurata ad “Amici”. Lo staff della De Filippi nega: “Taglio casuale” (video)

lunedì 18 Ottobre 16:49 - di Penelope Corrado
malafemmena, Amici, Totò

Ad “Amici” in una sfida di ballo sulle note di “Malafemmena” di Totò per due volte la parola, che dà il titolo alla canzone è stata “omessa”. Sul Mattino, Marco Ciriello ha ironizzato sulla deriva politicamente corretta.

“Il politicamente corretto ha liquefatto i cervelli”

«Totò è doppio – ha scritto il giornalista e scrittore napoletano – come è doppio o talvolta triplo e persino quadruplo il suo linguaggio, dobbiamo a lui l’allargamento della lingua italiana, l’uso molteplice delle parole, i giochi di prestigio tra suoni e significati, e dobbiamo a lui una delle canzoni più belle ed eseguite della musica italiana. Che ha i sentimenti di un tango, risentimento e vendetta – nasce da un presunto tradimento della moglie, Diana Bandini Lucchesi Rogliani, che si risposa prima del previsto, consumata dai tradimenti di Totò, un paradosso – e si conclude con una nuova dichiarazione d’amore che si rimette nelle mani di Dio per la pena da scontare, ma a nessuno mai e venuto in mente di farne la colonna sonora per un femminicidio. Né si trovano donne che eventualmente si sono sentite offese dalla canzone. Intanto succede che Malafemmena scompaia”. Mica solo “l’anema è ’ntussecata”, il politicamente corretto ha liquefatto i cervelli: malafemmena, mala tempora».

La risposta di “Amici”: «Polemica assurda»

Gli autori di Amici di Maria De Filippi non l’hanno presa affatto bene. Definiscono in una nota la polemica “assurda”. E ricordano che la canzone di Totò «ad Amici è stata eseguita mille volte nel corso degli anni, con o senza la strofa contenente la parola malafemmena».

«Nella circostanza a cui si riferisce la polemica – prosegue il comunicato del programma – il brano è stato tagliato a circa un minuto o poco più, come è d’abitudine per l’esecuzione delle coreografie e di fatto, sia per stare nel tempo richiesto che per mantenere integra la melodia che tutti conosciamo, sono venute via due strofe centrali, oltre che la fine del brano. Solo i malpensanti possono credere che si sia deciso di tagliare la parola malafemmena che però, nel frattempo, viene annunciata proprio introducendo la coreografia… “Francesca esegue una coreografia sulle note di Malafemmena”. Quindi secondo i critici, tagliamo la parola ma la utilizziamo per introdurre il brano. Saremmo quindi censori e cretini…».

“Il taglio di Amici a Malafemmena? Era per restare nei tempi”

«Nulla di grave – sottolineano ad Amici – però rimane una questione aperta: se il curatore del progetto Totò Poetry Culture, Gianni Valentino (che ha dato il la alla polemica), può incappare in un sonoro errore, come è possibile che esimi giornalisti si prendano la briga di scrivere paginate sull’argomento senza nemmeno controllare l’accaduto? Come diceva Totò – è l’ironica conclusione – la vita è fatta di cose reali e di cose supposte. Se le reali le mettiamo da una parte, le supposte dove le mettiamo?».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *