Il G20 parte tra strette di mano e saluti coi gomiti. Bolsonaro in mascherina, Erdogan in maniche di camicia

30 Ott 2021 12:53 - di Bianca Conte
G20

Il rombo degli elicotteri e lo squillo delle sirene: G20 di Roma al via. Si tratta della prima riunione in presenza in oltre due anni dei leader mondiali, che il premier Mario Draghi sta accogliendo alla Nuvola all’Eur. Tra i temi sul tavolo il clima, il covid e le questioni della ripresa economica globale. L’agenda del Presidente del Consiglio, nell’arco della giornata prevede inoltre diversi incontri bilaterali. Il primo, già concluso, è stato quello con il premier del Regno Unito, Boris Johnson.

G20 al via

Scatti e riprese tv sottolineano il clima disteso e cordiale del summit. Draghi e Johnson, fotografati spalla a spalla, appaiono sorridenti. Il primo ministro britannico si è concesso ai fotografi in blu: indossando l’abito istituzionale su cui spiccava dal taschino sinistro un papavero in ricordo dei caduti della Prima guerra mondiale. Più “alla mano” il saluto tra Draghi e Macron: “Padrone di casa” e presidente francese si sono stretti le braccia e dopo la foto di rito hanno scambiato ancora alcune parole. “Pugno contro pugno”, invece, tra il Presidente del Consiglio e la cancelliera tedesca, Angela Merkel.

G20, i leader del mondo tra strette di mano e mascherine

E se il presidente del Brasile, Javier Bolsonaro,  arriva alla Nuvola indossando la mascherina per dovere di ospitalità, da convinto No vax, non ha avuto alcuna stretta di mano con il premier Draghi. Il ministro degli Esteri cinese  Wang Yi, invece, ha approfittato del saluto di accoglienza del presidente del Consiglio italiano per un breve colloquio istantaneo. Saluto con la mano sul cuore per i due leader: e con Wang Yi che si toglie la mascherina e la ripone nella tasca interna della giacca per la foto. Decisamente più disinvolto l’ingresso del presidente turco Recep Tayyip Erdogan: sceso in maniche di camicia dall’auto che lo ha portato alla Nuvola, una volta arrivato sulla soglia, ha indossato la giacca per l’accoglienza riservata da Draghi. Con il quale ha scambiato una energica stretta di mano.

Draghi e G20: tutti gli appuntamenti in agenda

Alla Nuvola è arrivato anche il presidente di turno dell’Unione africana e presidente della Repubblica democratica del Congo, Felix-Antoine Tshisekedi. Per la prima volta, su iniziativa italiana, l’Unione africana partecipa a un G20. A nome dell’Unione africana, Tshisekedi metterà l’emergenza sanitaria la centro del dibattito. E chiederà ai Paesi del G20 un accesso equo ai vaccini anche per i Paesi in via di sviluppo. Nel pomeriggio, a partire dalle 14, sarà quindi la volta del presidente della Turchia Erdoğan,. Subito dopo, alle 14.35, Draghi incontrerà il primo ministro canadese, Justin Trudeau. L’agenda del presidente del Consiglio prevede poi, alle 15.35, il bilaterale con il presidente della Repubblica Democratica del Congo, Felix Tshisekedi. Alle 16.05 quello con il presidente dell’Indonesia, Joko Widodo. Infine, alle ore 16.40, è in programma l’ultimo bilaterale con il premier di Singapore, Lee Hsien Loong.

Il programma della prima sessione del summit nella Capitale

La prima sessione del summit prevista per oggi sarà dedicata a “Economia globale e salute globale“, quindi alle 15 ci sarà un evento a margine sul sostegno alle piccole e medie imprese ed alle attività gestite dalle donne con l’intervento della Regina Maxima d’Olanda. Durante i lavori, a quanto si apprende, ci saranno delle interruzioni per dare modo ai capi di Stato e di governo di avere una serie di incontri bilaterali, anche fuori del contesto del G20. Alle 19 è previsto per i leader e le consorti un evento culturale alle Terme di Diocleziano. Quindi saranno ospiti del presidente della Repubblica Sergio Mattarella per una cena al Quirinale.

Manifestanti tentano un sit-in: la polizia sgombera l’area

Domani, domenica 31, dopo la photo-op alle 9, e dopo un evento a margine sul ruolo del settore privato nella lotta ai cambiamenti climatici che avrà il principe Carlo come speaker, i leader riprenderanno i lavori alle 11.05 con la sessione su “Cambiamenti climatici ed energia“. Quindi alle 13.50 sarà la volta della sessione su “Sviluppo sostenibile“. E alle 15.40 la sessione conclusiva, con l’adozione della dichiarazione finale. Per le 16.15 è prevista la conferenza stampa del premier Mario Draghi e a seguire ci saranno quelle degli altri leader internazionali. Intanto, tra un evento e l’altro. Una stretta di mano e l’altra, si registrano i primi tentativi di disordini. Questa mattina, verso le 7.40, una cinquantina di persone ha provato a organizzare un sit-in di protesta vicino alla zona rossa del G20 all’Eur. Le forze dell’ordine però hanno tempestivamente bloccato il tentativo dei manifestanti di bloccare la corsia centrale della Cristoforo Colombo. Provvedendo all’immediato sgombero dell’area.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA