Spari a Tor Bella Monaca da un auto in fuga: 2 feriti. Rachele Mussolini: periferie in pasto ai criminali

mercoledì 8 Settembre 18:25 - di Martino Della Costa
spari a Tor bella monaca

Far west a Tor Bella Monaca: spari in pieno giorno, esplosi da una macchina in velocità intorno alle 14 di oggi. Due persone sedute sul ciglio della strada sono rimaste ferite. È successo in via dell’Archeologia, a Tor Bella Monaca, tra il civico 74 e 90. I residenti della zona trasformata nell’ennesima scena del crimine, al suono dei colpi di pistola hanno subito chiamato e chiesto l’intervento al 112. Sul posto sono quindi intervenuti carabinieri e polizia. E i soccorritori che hanno immediatamente trasportato d’urgenza in ospedale i due giovani feriti. Sul posto le forze dell’ordine impegnate nelle indagini, hanno ascoltato possibili testimonianze, cercando di ricostruire la modalità dell’agguato, oltre che di identificare i responsabili.

Roma, spari a Tor Bella Monaca da un auto in fuga: 2 feriti

Dunque, le indagini per rintracciare l’auto in fuga dalla quale sono stati esplosi i colpi in via dell’Archeologia, sono alacremente in corso. I carabinieri della Compagnia Frascati, impegnati ad ascoltare testimoni e individuare telecamere in zona che possano aver ripreso la macchina che ha messo a segno l’agguato, fanno sapere che i due uomini colpiti dalla raffica di proiettili versano in condizioni gravi, ma non sarebbero in pericolo di vita. Hanno entrambi 22 anni e sono già noti alle forze dell’ordine: uno è nato in Italia, ma ha origini maghrebine. L’altro è invece egiziano. Ricoverati entrambi in codice rosso, uno al Casilino, l’altro al Policlinico Tor Vergata, hanno riportato il primo una ferita alla spalla destra. Il secondo, il più grave, è stato invece colpito all’addome. Sul caso indagano i pm della Dda di Roma .

Spari a Tor Bella Monaca, Rachele Mussolini: «I romani sono abbandonati a loro stessi»

Gli spari di Tor Bella Monaca di oggi sono l’ennesima, agghiacciante dimostrazione, di come certi quadranti della capitale in particolare, siano abbandonati alla criminalità e al degrado. Un dato purtroppo incontrovertibile, che oggi anche la candidata di Fratelli d’italia al Consiglio comunale, Rachele Mussolini, ha sottolineato tra indignazione politica e preoccupazione sociale. «I romani sono abbandonati a loro stessi, ormai non si sentono più al sicuro nelle loro case. Nelle loro strade. Nelle loro piazze. Nei loro quartieri. Gli spari in pieno giorno a Tor Bella Monaca – incalza Rachele Mussolini – con due ragazzi feriti, rappresentano purtroppo l’ennesimo episodio inaccettabile di cronaca nera nella Capitale».

Serve un piano per la sicurezza, serve l’offensiva contro la criminalità annunciata da Michetti

«L’attuale amministrazione – conclude – è stata in questi anni totalmente assente sul tema della sicurezza e del contrasto alla criminalità. Il sindaco Raggi che gira le periferie di Roma per parlare di legalità è poco credibile. Serve un vero piano per la sicurezza per restituire la città ai suoi cittadini. Fa bene Michetti a mettere al primo punto un’offensiva sul versante della legalità, a partire dal contrasto delle zone franche e delle occupazioni».

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *