Roma, inseguimento da film a Tor Cervara: sei rom in fuga su un’auto, la volante esce fuori strada

martedì 21 Settembre 17:47 - di Mia Fenice
Tor Cervara

A Roma una Renault Clio con sei rom a bordo ha forzato il posto di controllo dei poliziotti, schizzando via a forte velocità e imboccando via Popoli contromano. Sono le 2,10 della notte scorsa quando nel quartiere Tor Cervara la volante intima l’alt ad un’auto sospetta con a bordo ben sei persone. Ma i sei però, non arrestano la marcia. Anzi, fuggono a tutto gas. Ne nasce un inseguimento da film.

Tor Cervara, l’inseguimento

I sei sull’utilitaria dopo una serie di manovre pericolose, arrivati a un incrocio, decidono di lasciare la Clio e dileguarsi a piedi facendo perdere le loro tracce nei campi vicini. L’agente alla guida perde però il controllo della volante, schiantandosi contro un cartellone pubblicitario in via di Tor Cervara.

Entrambi i poliziotti all’interno dell’auto di servizio, completamente distrutta nella parte anteriore, vengono soccorsi e refertati con una prognosi di ventuno giorni all’ospedale Cristo Re mentre i colleghi del Commissariato Casilino sono al lavoro per risalire ai rom in fuga.

I precedenti

Come si legge su Romatoday.it, a fine agosto a Fregene c’era stato un altro inseguimento. La polizia, dopo aver bloccato le manovre in auto di una banda, aveva catturato due uomini e una donna che si trovavano su una Ford Kia sospetta, poi risultata rubata.

All’alt degli agenti l’uomo alla guida era fuggito. Raggiunta una strada senza uscita, i poliziotti – scesi dal mezzo – si erano avvicinati, ma improvvisamente il conducente del veicolo in fuga aveva ingranato la retromarcia cercando di investirli. I tre all’interno dell’auto, dopo una folle corsa, avevano abbandonato il veicolo fuggendo a piedi.

I rom speronano quattro volanti

Altro caso. Il 31 dicembre dello scorso anno sulla Tiburtina, un’auto di rom in fuga a folle velocità, aveva speronato quattro volanti della polizia. Dopo un rocambolesco inseguimento da film, le forze dell’ordine avevano messo fine all’inseguimento, e assicurato alla giustizia due dei quattro nomadi della banda.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *